Bra: tra cambiamenti e tradizione, il bilancio della Polizia Municipale | I risultati dell’attività 2016 del Corpo spiegati dal comandante Mauro Taba

0
891

Meno incidenti stradali e meno sanzioni, incremento dei servizi serali e notturni di pattugliamento del territorio, più controlli in materia ambientale, attività di polizia giudiziaria in crescita.

Questi alcuni dei tratti distintivi del bilancio 2016 della Polizia municipale di Bra, presentati ieri sera (lunedì 16 gennaio 2017) dal comandante del Corpo Mauro Taba, insieme al Sindaco Bruna Sibille, all’assessore Fabio Bailo e al dirigente responsabile Costanzo Fissore, nell’ambito dell’annuale conferenza stampa organizzata nell’ambito delle iniziative in onore di San Sebastiano, santo protettore della polizia locale e patrono di Bra.

Tradizione e cambiamento hanno caratterizzato l’intensa attività del comando di via Moffa di Lisio nel 2016: nell’anno in cui Bra ha cambiato il proprio volto, attraverso riqualificazioni, nuove forme di mobilità e viabilità, la Polizia locale ha continuato a rappresentare un insostituibile punto di riferimento per il territorio, adeguando nel contempo la propria attività alle nuove esigenze che una realtà in movimento richiede.

Così, gli agenti del comando di via Moffa di Lisio hanno effettuato ogni giorno dell’anno pattugliamenti diurni e, per più del 50% del totale, anche serali e notturni, con oltre 157 mila chilometri percorsi, 1.203 posti di controllo effettuati, 871 servizi in centro città a piedi e in bicicletta e 255 servizi di vigilanza alle aree verdi e ai giardini piazza Roma.

Più di 16 mila le chiamate giunte al call center del comando, per un totale di 1.821 interventi effettuati dalle pattuglie, tra cui 902 per viabilità, 266 polizia giudiziaria, 81 per pubblica incolumità, 155 per ambiente, oltre a numerosi altri per soccorso alle persone, problematiche connesse agli animali, emergenze.

Se a livello complessivo è sceso il numero di sanzioni per infrazioni al codice della strada (13.720 rispetto alle 14.774 del 2015), si riscontra un aumento di quelle di tipo dinamico (7.420), socialmente più pericolose di quelle statiche e relative a violazioni quali, ad esempio, la guida senza la patente, il superamento dei limiti di velocità, il mancato uso di cinture.

A fronte di una diminuzione del numero di incidenti stradali (200), senza decessi sul territorio, cresce invece l’attività di polizia giudiziaria, con 127 notizie di reato inviate all’ Autorità Giudiziaria, di cui 68 per reati di cui si sono scoperti gli autori e un totale di 84 persone denunciate.

Tra le operazioni, da ricordare quella denominata “E-bike”, che ha permesso il recupero di sette biciclette di provenienza furtiva e ha portato al deferimento in stato di libertà di quattro persone.

Notevole l’incremento dei controlli in materia di vigilanza ambientale, grazie anche alla collaborazione con il servizio ICAT: il maggior numero di controlli relativi all’abbandono di rifiuti e al corretto conferimento degli stessi nei cassonetti ha portato all’accertamento di 120 violazioni.

Da non dimenticare i servizi di viabilità per le scuole (2000 ore annue) e i momenti di insegnamento dedicati alla formazione degli studenti degli istituti scolastici cittadini, che da quest’anno potranno avvalersi anche del nuovissimo percorso di educazione stradale recentemente inaugurato nel cortile delle scuole medie di via Barbacana.

Un 2016 di grandi risultati, garanzia della sicurezza e insostituibile presidio del territorio, che non sarebbe stato possibile senza l’impegno dell’intero organico della Polizia Municipale di Bra, recentemente incrementato di tre unità ma ricco anche dell’esperienza di agenti come Virginio Costamagna, al suo trentasettesimo anno di servizio ininterrotto per il Corpo braidese.

A tutti loro, ma anche ai volontari che supportano l’attività a servizio della comunità, è andato il sentito ringraziamento del Sindaco Bruna Sibille e dell’amministrazione cittadina.

Gli appuntamenti sotto la Zizzola in onore di San Sebastiano proseguono venerdì 20 gennaio, con l’esposizione del parco veicoli della Polizia locale in corso Cottolengo dalle 9 del mattino e la santa messa, alle 18.30 nella Chiesa di Sant’Antonino. Sabato 21, a partire dalle 17 nella chiesa di Santa Chiara, in via Barbacana, si esibirà infine il maestro Alessandro Varlotta, in un concerto ad ingresso libero.