Berretti: Bra, chiusura in grande stile! Tonfo Cuneo con la capolista

0
151

bra berretti esultanzaDomenica 13 aprile 2014 – ore 8.10 – Chiusura migliore non poteva esserci. Il Bra batte anche la Pergolettese a domicilio e raggiunge 25 punti, una quota assolutamente inattesa ad inizio stagione, per quella che, secondo gli addetti ai lavori, avrebbe dovuto essere la “Cenerentola” del campionato Dante Berretti.

Nella ventinovesima giornata del girone, l’ultima per i ragazzi di Sappa, che riposeranno nell’ultimo turno, i “rossi” vincono contro la compagine di Pergocrema, distante appena 2 punti prima dei 90’, e ipotecano matematicamente uno storico quartultimo posto. Mattatori di giornata i soliti Cavaglià e Procaccio, quest’ultimo dagli undici metri, che consentono ai cuneesi di portare a casa i tre punti, nonostante la rete di Piras per i padroni di casa.

 

“I ragazzi stanno esultando per la felicità – commenta a caldo, direttamente dal pullman, mister Alberto Sappa – Nessuno, ad inizio stagione, si sarebbe aspettato questi nostri 25 punti, frutto di tanto lavoro,che ci ha portato ad una crescita esponenziale. Molti dei nostri ragazzi avevano esclusivamente avuto esperienze tra i Provinciali e i Regionali e i pochi che avevano già giocato a livello nazionale erano stati poco impiegati dalle squadre da cui provenivano: la loro maturazione è sotto gli occhi di tutti.” Chiuso il discorso su ciò che è stato, il tecnico si lascia andare ad un commento sul futuro prossimo: “Chi, a mio modo di vedere, potrà avere una buona carriera? Sicuramente, dando un’occhiata alla classifica cannonieri, non si può non citare Procaccio, autore di moltissime reti, nonostante non avesse alle spalle una squadra di grande livello. Il mio futuro? Se arrivasse una proposta seria, del Bra o di altre società, per allenare una prima squadra, accetterei. Non escludo nulla, ma molto dipenderà dai progetti offertimi”.

 

Tanta delusione, invece, in casa Cuneo, con i “rossi” che sono stati “strapazzati” malamente dalla capolista Pro Vercelli. 5-0 il risultato finale, per una partita quasi senza storia. Dopo i primi buoni 20’, i ragazzi di Malabaila sono crollati, chiudendo la prima frazione con un passivo di 3 reti ed in dieci uomini, a causa dell’espulsione di Tufano. Nella ripresa, poi, i vercellesi hanno dilagato, chiudendo con una pesante cinquina.

 

Dispiaciuto mister Malabaila:“Davvero un peccato, perché siamo, come sempre, figli dei nostri errori, ma, certo, non ci potevamo aspettare molto contro la prima della classe. Il passivo è pesante, ma se fosse stato meno duro, sarebbe cambiato poco. Parlando con la società, è emerso come il nostro obiettivo comune non sia quello di ottenere il risultato ad ogni costo, chiudendoci sulla difensiva: il nostro unico desiderio è quello di insegnare ai ragazzi a giocare a calcio, indipendentemente dal risultato finale. Oggi, ho puntato meno sui giovani classe 1997, per evitare di intralciare l’ottimo lavoro fatto fin qui dagli Allievi”.

 

Carlo Cerutti