Campionato Italiano Juniores di Ciclismo a Cherasco: netta affermazione di Eleonora Ciabocco

0
413
Eleonora Ciabocco (foto Flaviano Ossola)

La marchigiana Eleonora Ciabocco conquista (ieri) il Campionato Italiano Juniores a Cherasco. A un anno di distanza dal successo di Darfo Boario, la diciottenne di Corridonia (Team Di Federico) si riconferma campionessa tricolore sulle strade cuneesi. Scattata sulla salita del traguardo, poco prima dell’ultimo chilometro, ha preceduto di 10” la lombarda Federica Venturelli (Team Gauss Fiorin). Terza la veneta Gaia Segato (Breganze Millenium).

La cronaca. Nei primi due giri, privi di asperità eccezion fatta per la salita del traguardo, le atlete si studiano. A movimentare subito la corsa è la Breganze Millenium con Alice Brugnera e Alice Toniolli, protagoniste del primo allungo di giornata all’11° chilometro. Alla fine del primo giro tuttavia, sotto il traguardo di Cherasco, il gruppo si presenta compatto, seppur allungato. Nel secondo giro la salita che conduce all’arrivo fa ulteriore selezione, tanto che davanti restano in poco più di una trentina. E’ ancora la Breganze Millenium a fare la corsa, con un nuovo tentativo di Alice Brugnera a inizio del terzo giro: stavolta a seguirla è Valentina Zanzi (Vo2 Team Pink), ma il tentativo viene annullato ai piedi delle salite, al 50° chilometro. Dopo il muro di Meane restano in quattro: Eleonora Ciabocco (Team Di Federico), Federica Venturelli (Team Gauss Fiorin), Elisa Valtulini (Canturino 1902 Asd), Gaia Segato (Breganze Millenium). Il gruppo però non lascia fare e si rifà sotto in vista della salita più impegnativa, quella di Brandini. A scollinare per prima la campionessa italiana in carica Eleonora Ciabocco (Team Di Federico), seguita da sette atlete: Irene Cagnazzo (Racconigi Cycling Team), Federica Venturelli (Team Gauss Fiorin), Andrea Casagranda, Gaia Segato (Breganze Millenium), Michela De Grandis e Elisa De Vallier (Uc Conscio Pedale Del Sile), Valentina Trussardo (Ciclismo Insieme). Ancora una volta però le inseguitrici non lasciano fare: la testa del gruppo si rimescola e a provarci a questo punto è Sara Pepoli (Team Di Federico) che tenta di far la differenza sulla salita del traguardo. A una manciata di secondi Alessia Foligno (Team Lady Zuliani) che raggiunge la battistrada all’inizio della quarta e ultima tornata. Le due proseguono di buon accordo fino all’imbocco dello strappo di Meane: è sulle dure pendenze del muro (11% di pendenza massima) che Pepoli stacca la compagna di fuga e resta da sola al comando. Sull’ascesa che conduce a Brandini rientrano le inseguitrici e si forma un gruppetto di otto atlete: Eleonora Ciabocco (Team Di Federico), Federica Venturelli (Team Gauss Fiorin), Irene Cagnazzo (Racconigi Cycling Team), Gaia Segato (Breganze Millenium), Michela De Grandis (Uc Conscio Pedale Del Sile), Giulia Raimondi (Team Wilier Chiara Pierobon), Elisa Valtulini (Canturino 1902 Asd), Valentina Trussardo (Ciclismo Insieme). Ai piedi della salita finale restano in sette a giocarsi il successo. La prima a rompere gli indugi è Gaia Segato, ma alla sua ruota rispondono in tre, tra cui la campionessa in carica Eleonora Ciabocco, che poi attacca poco più di un chilometro. La marchigiana guadagna quel tanto che basta per arrivare, tutta sola, in Via Vittorio Emanuele II. Solo 28 le arrivate, su 74 partite, in una giornata con temperature bollenti, su un percorso da 1800 metri di dislivello.

Ordine d’arrivo: 1a Eleonora Ciabocco (Team Di Federico) km 95 in 2h39’38”; 2a Federica Venturelli (Team Gauss Fiorin) a 10”, 3a Gaia Segato (Breganze Millenium) a 10”, 4a Giulia Raimondi (Team Wilier Chiara Pierobon) a 15”, 5Irene Cagnazzo (Racconigi Cycling Team) a 20″, 6a Michela De Grandis (U.C. Conscio Pedale Del Sile) a 28”, 7a Elisa Valtulini (Canturino 1902 Asd) a 41″, 8a Valentina Trussardo (Ciclismo Insieme) a 1’02”, 9a Benedetta Brafa (Racconigi Cycling Team) a 2’24”, 10a Giulia Miotto (Breganze Millenium) a 2’24”.

cs