Atletica: buon avvio di stagione indoor per l’Atletica Mondovì

0
132

Nel week end appena trascorso presso nel Palaindoor di Padova, (assieme a Ancona, le uniche due strutture complete con anello da 200 metri per l’atletica in sala), una delegazione di atleti dell’Atletica Mondovì ha partecipato ad una manifestazione regionale open.

Le misure di sicurezza dettate dai protocolli Fidal hanno diluito in programma gara in due giornate complete con iscrizioni a numero chiuso, contingentato l’accesso alla struttura di atleti e tecnici per lo stretto tempo necessario allo svolgimento della prova.

Per l’Atletica Mondovì sono arrivati buoni riscontri, soprattutto dal settore velocità femminile: tutte le quattro ragazze hanno centrato il loro personal best con un miglioramento di circa 2/3 decimi per la soddisfazione del tecnico Andrea Pace. La più veloce del lotto è stata Sofia Sannino che ha fatto fermare i cronometri su 8”26, seguita dalle compagne di staffetta Francesca Bilardo 8”30, Alice Boasso 8”44, Celeste Dotta 8”70 e Federica Peyra 9”01.

Tra i maschi i due Junior Valter Cerri e Luca Bertano hanno concluso quasi appaiati la loro run rispettivamente in 7”46 e 7”47: entrambi i tempi sono appesantiti da errori soprattutto in accelerazione, ma lasciano ben sperare per il futuro.

Così come per l’emozionatissimo Jonathan Dell’Agnola (allievo primo anno al suo esordio) il cui 7”99 è figlio di una quasi caduta all’uscita dai blocchi. Menzione particolare per Luca Bertano al rientro alle competizioni dopo quasi due anni di “lotte” contro infortuni e problemi fisici: se il vicese saprà proseguire con regolarità la preparazione, la stagione estiva potrà regalare delle belle soddisfazioni.

Lo stesso Cerri è stato poi impegnato nel salto in alto dove ha centrato un bel piazzamento, senza però essere soddisfatto della prestazione lontana dal suo standard. La sua rincorsa si è fermata ai tre errori sull’1.90 metri, dopo aver ottenuto un percorso netto alle misure di 1.77, 1.82 e 1.86 mt.

Infine nella gara di salto in lungo femminile Alice Boasso è atterrata a 4,75 metri, mentre Celeste Dotta si è fermata a 4,26 metri: per entrambe i miglioramenti tecnici sono evidenti grazie all’operato di Andrea Oderda.

E’ un gradito ritorno: ex lunghista della scuola dell’indimenticato Milvio Fantoni, già istruttore a metà degli anni 2000, Oderda da alcune settimane ha messo a disposizione la sua esperienza per proseguire il percorso di crescita nel settore salti iniziato con la collaborazione esterna, tuttora in essere, dell’astigiano Giuseppe Colasuonno. Un altro tassello che si va ad inserire nel Progetto Tecnico dell’Atletica Mondovì Acqua S. Bernardo.

c.s.