Mondovì: inaugurato l’anno accademico al Politecnico guardando al futuro (FOTO E VIDEO)

0
141
Il Magnifico Rettore Guido Saracco e il Presidente di Confindustria Cuneo, Mauro Gola

Nuova vita per il Politecnico di Mondovì, che oggi ha inaugurato l’anno accademico nella sua ritrovata sede in via Cottolengo.
Lo avevamo anticipato ad aprile 2019 nella presentazione in Comune con il Rettore Guido Saracco e il Prof. Paolo Fino, responsabile della sede monregalese: “Il Poli torna a Mondovì con il corso del primo anno, ma ci sono nuovi progetti per il futuro in collaborazione con gli enti territoriali”.

Ed eccoci oggi, venerdì 14 febbraio: il futuro è qua e vede la partnership tra l’ateneo e Confindustria Cuneo. Questa mattina, è stato presentato dalla Presidente Giuliana Cirio e da Marco Costamagna, responsabile della sezione meccanica, il nuovo master post-laurea “Man Factoring 4.0“. L’inizio del corso è previsto per giugno ed è rivolto ai laureati in ingegneria e under 30 già inseriti all’interno di realtà aziendali che proporranno la loro partecipazione. Le iscrizioni a questo corso hanno già registrato il tutto esaurito.

«Questo è un momento magico, un momento di grande cambiamento, che significa opportunità per la nostra città e per i giovani» – ha ribadito il Sindaco Paolo Adriano

 

Il Rettore Guido Saracco, prima di inaugurare ufficialmente l’anno accademico, ha ripercorso brevemente la storia dell’innovazione e dell’industria, partendo dalla storia della sua famiglia, di origine astigiana, per porre l’accento sul futuro che aspetta i giovani: un futuro fatto di collaborazione e interscambio disciplinare tra gli ambiti dell’istruzione e quelli aziendali.

«Celebriamo la ripartenza della nostra azione di formatori e propulsori di innovazione e servizi delle imprese a Mondovì, resa possibile grazie al sostegno delle Fondazioni CRC e CRT, del comune in sinergia con l’Unione Industriale della provincia di Cuneo» – ha dichiarato Saracco – «Il futuro si regge sulla cooperazione. Qua creeremo delle laurea professionalizzanti, in collaborazione con la Fondazione ITS e le associazioni del territorio».

Presenti alla giornata anche Giovanni Quaglia Presidente di Fondazione Cassa di Risparmio di Torino e Giandomenico Genta, Presidente di Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, che hanno fortemente sostenuto, non solo a livello economico, il ritorno del Politecnico di Mondovì: «La riapertura di questa sede è stato il risultato di molte forze, in primis per volontà del Sindaco, che ha visto nel Politecnico il rilancio di un’intera comunità. Insieme al Presidente Quaglia, noi di Fondazione CRC, abbiamo a cuore il sostenendo delle comunità del territorio. Speravamo e speriamo ancora nell’aumento nel numero di iscritti. Per me è una grande soddisfazione essere qui con voi oggi» – ha detto Giandomenico Genta.

Dopo i saluti istituzionali il Presidente di Confindustria Cuneo, Mauro Gola, è intervenuto con una lectio magistralis sul tema del dialogo tra industria e università: «Il lavoro è la grande mission che tutti dobbiamo darci, come istituzioni e mondo della formazione. Confindustria Cuneo non poteva mancare per complimentarsi e ringraziare per il coraggio profuso nel credere in questo progetto e, soprattutto, per assicurare il pieno sostegno delle nostre imprese che sono pronte ad assumersi la responsabilità formativa dei giovani».

Al termine dell’evento il Rettore e il Presidente di Confindustria Cuneo hanno sottoscritto un accordo di collaborazione per le attività congiunte legate soprattutto alla formazione e al trasferimento tecnologico : il primo passo sarà l’istituzione presso la sede del Politecnico di Mondovì di un desk informativo gestito da Confindustria come presenza attiva sui temi dell’innovazione, della formazione e dell’orientamento scolastico.