Alba: le classi V della scuola “Rodari” in visita al Palazzo comunale

0
219

Venerdì 14 febbraio l’assessore all’Istruzione del Comune di Alba Elisa Boschiazzo con il vice sindaco Emanuele Bolla ha accolto nel Palazzo comunale le classi quinta A, B e C della scuola elementare “Gianni Rodari” – Istituto Comprensivo Piave San Cassiano. Gli studenti hanno visitato il Municipio divisi in due gruppi. I primi ad arrivare sono stati gli alunni delle sezioni B e C. Poi quelli della quinta A.

Accompagnati dalle insegnanti e guidati dall’assessore Boschiazzo e dal vice sindaco Bolla, gli alunni hanno visitato la sala della Resistenza allestita fin dal 1964 per esporre documenti, immagini e testimonianze sulla lotta partigiana tra Alba e la Langa a partire dall’8 settembre 1943, durante la seconda guerra mondiale.

Poi, la sala Giunta dove si riunisce settimanalmente l’Amministrazione comunale cittadina per discutere e deliberare su diverse questioni cittadine.

A seguire la sala Consiglio “Teodoro Bubbio”. La sala che ospita il Consiglio comunale, ma anche le cerimonie e gli incontri istituzionali più rilevanti della città, è anche una pinacoteca con importanti opere d’arte come la “Sacra Famiglia con Sant’Anna e San Giovannino”, il “Concertino” di Mattia Preti, la “Madonna con Bambino tra i Santi Francesco e Tommaso D’Aquino e due donatrici”, accanto ad altre opere di alto valore artistico e culturale.

Attenti ed interessati all’argomento, gli alunni hanno ascoltato in religioso silenzio la spiegazione del direttore generale dell’Ente Francesco D’Agostino, mentre l’assessore Boschiazzo ha presentato ai ragazzi l’antico Libro della catena, il volume che raccoglie gli statuti della città di Alba del XV secolo.

La visita degli studenti si è conclusa nell’ufficio del sindaco dov’è conservata la medaglia d’oro al Valor Militare conferita alla città il 13 novembre del 1949, per la lotta di liberazione. Una stanza speciale, ha spiegato ai ragazzi il vice sindaco Bolla, dove il sindaco incontra i cittadini, ma anche alte cariche istituzionali e dove si dialoga sulle grandi questioni della città e del territorio.

cs