Presentata la 10ª Ecomaratona del Barbaresco e del Tartufo Bianco d’Alba: Anniversary Edition

Maratona eco friendly tra i paesaggi autunnali delle Langhe

0
245

Nella giornata del 19 ottobre, presso il Palazzo comunale di Alba, si è tenuta la presentazione ufficiale della 10ª edizione dell’Ecomaratona del Barbaresco e del Tartufo Bianco d’Alba, organizzata dai membri dell’associazione sportiva Triangolo Sport, presieduta da Massimo Casagrande e impegnata dal 2008 nella promozione di eventi sportivi nel territorio delle Langhe. A un mese dalla maratona non competitiva “Corri sotto le torri”, che gli stessi hanno organizzato nella città di Alba, viene proposta questa manifestazione agonistica e competitiva rivolta ad atleti runner, inserita nel calendario nazionale della federazione italiana di atletica leggera e organizzata con il patrocinio della regione piemonte e il contributo della fondazione della Cassa di Risparmio di Alba, dei comuni di Barbaresco e di Neive.

Un modo alternativo di praticare la corsa, valorizzando il territorio e i suoi prodotti locali con una particolare attenzione all’ambiente, impiegando, al massimo delle proprie possibilità, materiali ecosostenibili. Due percorsi, uno di 21 km per la mezza maratona e uno di 42 km per quella completa che si snoda su strada asfaltata e sentieri battuti abbracciando le Langhe e consentendo di godere dello spettacolo offerto dai colori autunnali delle sue colline.

La partenza è prevista domenica 27 ottobre alle ore 9:00, da Piazza Miroglio, ad Alba. Sia la mezza maratona che quella completa si avvieranno su viale Cherasca per dirigersi verso San Rocco Seno d’Elvio e arrivare al centro del comune di Barbaresco. Qui i percorsi si divideranno. La mezza maratona ritornerà verso Alba, mentre quella completa proseguirà sul crinale di Neive fino a Treiso, e poi verso Alba a completare il percorso. Arrivo in Piazza Miroglio.

Lungo il percorso saranno allestiti 10 punti tecnici di ristoro presso i quali volontari e membri delle proloco dei comuni limitrofi offriranno un supporto agli atleti. Presso la piazza del comune di Barbaresco sarà possibile trovare invece un particolare punto di ristoro in cui sarà offerto un calice di barbaresco, che probabilmente non tenterà la testa della gara ma costituirà un’invitante pausa per i partecipanti meno competitivi, più attenti alle peculiarità locali del territorio che ospita la corsa.

L’edizione di quest’anno vede l’introduzione di alcune interessanti novità:

  • Al traguardo, un sistema di cronometraggio restituirà i tempi di ogni atleta partecipante.
  • Sarà possibile ricevere sul proprio smartphone, appena conclusa la corsa, una propria foto in gara grazie a un chip integrato nella pettorina che consente di tracciare la corrispondenza di ogni foto con il rispettivo atleta ritratto.
  • Le celebrazioni della premiazione saranno accompagnate dalla voce dello speaker del giro di Italia Paolo Mei.
  • Tutti i partecipanti potranno accedere gratuitamente alla Torre del Barbaresco nei giorni successivi alla maratona.
  • Quattro ore di diretta streaming su Facebook documenteranno la gara, con il commento in studio del presidente della federazione di atletica leggera della Lombardia Gianni Mauri.
  • Alla partenza, sarà ospite il pluricampione del mondo della 100km su strada e vincitore per 12 volte consecutive della 100km del Passatore, Giorgio Calcaterra.

Ovviamente meritano una menzione le proposte eco friendly:

  • Nei punti di ristoro verranno impiegati bicchieri realizzati con materiali differenti dalla plastica.
  • Ogni kilometro sarà indicato su appositi cartelli affissi a pali di castagno.
  • Le sacche di gara che saranno date in dotazione agli atleti sono realizzate in TNT.

I meno allenati potranno invece partecipare alla camminata che da Alba giungerà a San Rocco Seno D’Elvio, dove sarà allestito un punto ristoro che offrirà una degustazione di Barbaresco per una piacevole pausa prima di rientrare in Alba. In caso di eccessivo affaticamento, sarà possibile sfruttare il servizio di bus elettrici messi a disposizione dall’organizzazione.

Al termine della maratona, sempre in Piazza Miroglio, la premiazione del vincitore. Come ogni anno, la realizzazione del trofeo è stata commissionata a un artista locale. Quest’anno è toccato a Remo Salcio che ha raffigurato, in marmo sulla superficie di un barrique di rovere, uno scorcio delle colline langarole. Per tutti i partecipanti alla maratona, invece, sarà consegnato un pacco gara contenente una bottiglia di Barbaresco, una maglietta commemorativa realizzata per l’occasione e una medaglia.