Ultimi appuntamenti leonardiani a Barge

0
180

Si concludono tra fine giugno e inizio luglio gli eventi che il Comune di Barge, con il sostegno della Regione Piemonte e in qualità di Capofila della Convenzione tra i Sei comuni del Mombracco, che comprende anche Envie, Paesana, Revello, Rifreddo e Sanfront, ha allestito per ricordare Leonardo Da Vinci a cinquecento anni dalla morte.

«Si concludono gli eventi in calendario, ma non l’impegno del Comune di Barge in termini di valorizzazione del Mombracco e dell’”eredità leonardiana”: – precisa la Sindaca di Barge, Piera Comba – stiamo progettando nuovi appuntamenti e altre attività per proseguire nella direzione tracciata in questi mesi, consapevoli che la “Montagna di Leonardo” sia una risorsa ambientale, paesaggistica, escursionistica e turistica da promuovere e valorizzare ulteriormente. Da parte mia e dell’amministrazione comunale un grazie a tutti coloro che ci hanno aiutato e supportato in questi mesi: sono stati ricchi di eventi che hanno riscosso un notevole successo di pubblico. Ora il lavoro continua, sono certa, tutti insieme».

Sabato 29 giugno due appuntamenti in calendario: in mattinata a Barge è atteso un gruppo, in arrivo da Torino nell’ambito del programma Gran Tour, che andrà alla scoperta di “Barge e la montagna di Leonardo”, una visita guidata, condotta dalle Guide GAIA, che si sviluppa nell’arco dell’intera giornata e farà tappa alla mostra “Leonardo Homo Sine Tempore” presso i locali dell’ex-officina ferroviaria, al convento della Trappa, allo spazio espositivo allestito in occasione dei restauri degli affreschi rinvenuti, per concludersi con un percorso alla scoperta della città di Barge.

In serata, nella chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista si tiene alle ore 21 il concerto Postludi per Leonardo – Musiche antiche per tromba e organo. All’organo il Maestro Mauro Maero e Silvia Depetris, alla tromba il Maestro Marco Bellone, che interpreteranno brani, risalenti per lo più al periodo rinascimentale, di Frescobaldi, Byrd, Sweelinck, Purcell, Merula, Gabrieli e Lully.

Il concerto è un’occasione importante per lasciarsi trasportare dalle maestose note dell’organo Collino della Chiesa Parrocchiale di Barge. Recentemente restaurato con il contributo della Compagnia San Paolo e della Diocesi di Saluzzo, l’organo risale al 1853 ed i lavori di restauro, eseguiti dalla ditta Marzi, sono terminati nel 2014. La partecipazione è gratuita.

Domenica 30 giugno gli accompagnatori naturalistici di Vesulus propongono “Leonardo, le Alpi, la Geologia”, un’escursione guidata con visita al Museo geologico del Piropo di Martiniana Po, per parlare della geologia delle Alpi e del legame con Leonardo. Successiva escursione al sito di arte rupestre di Roca d’la Casna, e al villaggio di Balma Boves, nel territorio del Comune di Sanfront.

Ultimo importante appuntamento in calendario in arrivo martedì 2 luglio, quando nella cornice del Salone Multimediale “L.Geymonat” di via Monviso 1 a Barge si terrà il convegno “Mombracho sopra Saluzo La montagna di Leonardo – il paesaggio come risorsa del territorio”, organizzato dal Comune di Barge con la collaborazione degli ordini di architetti, ingegneri, agronomi, geologi e geometri e con la curatela scientifica del prof. Maurizio Gomez del Politecnico di Torino – Facoltà di Architettura.

«Con questo convegno – spiega il curatore, prof. Maurizio Gomez – vogliamo affrontare il tema della valorizzazione del paesaggio in molte maniere, partendo dal rapporto tra Leonardo Da Vinci e questo elemento, al quale il grande artista toscano ha sempre dedicato particolare attenzione, ma analizzandolo anche seguendo altri filoni di grande importanza che ci faranno capire come oggi sempre di più il paesaggio sia insostituibile risorsa del territorio in termini di valorizzazione».

Durante la mattinata si susseguiranno gli interventi di illustri accademici, nel pomeriggio i lavori proseguiranno “sul campo”, con la visita alla vigna di Leonardo, impiantata nei pressi della Certosa del Mombracco, a cura del dott. Mauro Camusso, e dove interverrà l’arch. Paolo Pejrone, celebre abitante del Mombracco. A seguire, i partecipanti potranno visitare la Certosa di Mombracco, con gli affreschi recentemente restaurati, e scoprire i lavori, effettuati anche con la collaborazione del CAI, che comprendono non solo il recupero sentieristico delle reti storiche sul Mombracco ma anche la realizzazione di interventi di allestimento per diversi punti di belvedere.

In conclusione, si rientrerà a Barge per visitare presso l’ex officina ferroviaria la mostra “Leonardo Homo Sine Tempore”, giunta agli ultimi giorni di apertura. Il convegno, gratuito e aperto a tutti, prevede il riconoscimento di crediti formativi per gli ordini di architetti, ingegneri, agronomi, geologi e geometri.

Il programma della giornata di martedì 2 luglio: convegno “Mombracho sopra Saluzo La montagna di Leonardo – il paesaggio come risorsa del territorio”; ore 8,30-9,00 Registrazione partecipanti e saluto istituzionale della Sindaca di Barge, prof.ssa Piera Comba; ore 9,00-9,30 Il paesaggio storico del Montebracco intervento del Prof. Aldo MOLINENGO; ore 9,30 – 10,10  Conoscere e valorizzare il paesaggio intervento dell’Arch. Giovanni PALUDI, Settore Territorio e Paesaggio della Regione Piemonte; ore 10,10 – 10,50 Le piante nei quadri di Leonardo intervento del Prof. Marco DEVECCHI, Dipartimento di Scienze agrarie, forestali e alimentari dell’Università di Torino; ore 10,50 -11,30 Paesaggi di rocce e paesaggi di acque intervento del prof. Aimaro OREGLIA D’ISOLA, Professore Emerito del Politecnico di Torino

Ore 11,30– 12,10 Geodiversità dei vigneti liguri: relazioni tra paesaggio, suolo, vitigni e vino intervento del prof. Gerardo BRANCUCCI, geologo e professore associato di geomorfologia applicata presso la Scuola Politecnica dell’Università di Genova; ore 12,10 -12,50 Geomorfologie alpine e paesaggi rinascimentali intervento del prof. Maurizio GOMEZ SERITO – Professore Aggregato e ricercatore in Storia dei Materiali nel Dipartimento Interateneo di Scienze, Progetto e Politiche del Territorio, DIST presso il Politecnico di Torino; ore 12,50 – 13,50  Pausa pranzo e salita al Mombracco; ore 13,50 – 15,00 Visita alla vigna di Leonardo con intervento dell’arch. Paolo PEJRONE e del dott. Mauro CAMUSSO; ore 15,00 -16,00 Visita alla Certosa di Mombracco e punti di belvedere con intervento dell’arch. Fabrizio POGGIOLESI; ore 16,00 – 17,30 Visita alla mostra “Leonardo Homo Sine Tempore” presso l’ex officina ferroviaria di Barge; chiusura lavori e saluto istituzionale.

c.s.