“Onde di bellezza e geometrie coltive nei paesi del vino”

0
439

In questa 6a edizione a Grinzane Cavour si renderà omaggio ai paesaggi e alla civiltà
del vino della Mosella e del Pfalz e in chiusura aperitivo con degustazione vini

Per sottolineare un compleanno significativo come il riconoscimento che il 22 giugno 2014 ha eletto i paesaggi viticoli di Langhe-Roero e Monferrato a patrimonio dell’umanità, l’Enoteca Regionale Piemontese Cavour rinnova l’invito alla sesta edizione di “Langhe-Roero e Monferrato: onde di bellezza e geometrie coltive nei paesaggi e nei paesi del vino”, in programma domenica 16 giugno a partire dalle 10 presso l’antico maniero di Grinzane Cavour.

L’omaggio “Langhe-Roero e Monferrato: onde di bellezza e geometrie coltive nei paesaggi e nei paesi del vino” vuole valorizzare il lavoro e gli artefici che stanno dietro alla bellezza viticola riconosciuta patrimonio dell’umanità. Anche per stimolare fra i viticoltori il positivo sentimento dell’emulazione, utile per rafforzare la tensione verso il rispetto del paesaggio e verso il bello.

In quest’ottica, dunque, vengono premiati i versanti collinari e non i singoli vigneti, per dare l’idea di una bellezza costruita dal lavoro di più vignaioli; premiati anche i sindaci dei rispettivi Comuni: per sensibilizzare gli amministratori locali sui temi della tutela del paesaggio e premiati i versanti collinari di Langhe-Roero e Monferrato indicati dai rispettivi Consorzi di tutela.

Nella sua sezione internazionale, l’omaggio rende onore ai paesaggi del vino più belli o significativi del mondo.
E, insieme con i viticoltori, omaggia le rispettive Amministrazioni comunali, per dare l’idea che il paesaggio agrario è una bellezza condivisa, frutto delle cure di più mani.

«Questa manifestazione», commenta il senatore Tomaso Zanoletti, presidente dell’Enoteca Regionale Piemontese Cavour, «ha riscosso grande successo perché premia e incoraggia i viticoltori a curare il paesaggio, riconosce l’apporto importante di lavoratori stranieri e permette di confrontarci con altre realtà vinicole eccellenti nel mondo».