Serie C: Cuneo a caccia di punti in casa contro il Prato. AGGIORNAMENTI SU IDEAWEBTV.IT

0
321

cuneo chieriDopo il sacco di Piacenza è tempo di mettere in ordine le mura domestiche. Il Cuneo torna al “Paschiero” per la terza giornata del girone A di Serie C in una sfida che parla toscano, contro il Prato di mister Pasquale Catalano.

 

Obiettivo numero uno: iniziare a raggranellare punti in casa perché, a detta dello stesso capitan Conrotto, “la salvezza si costruisce sul proprio campo”. A maggior ragione, poi, se in una sfida che vede i biancorossi messi di fronte ad una potenziale avversaria nella corsa alla salvezza, reduce da una sconfitta per 3-1 sul campo della Viterbese e da un pareggio al “Lungobisenzio” nel derby contro il Livorno, sfuggito di mano ai “lanieri” proprio a tre minuti dallo scadere, con il rigore trasformato dall’amaranto Pedrelli.

 

Squadra da temere, quindi, quella toscana, che non ha ancora ottenuto merito nella classifica per quanto fatto vedere in campo fin qui. A tenere alta l’asticella dell’attenzione biancorossa è poi la lettura della rosa a disposizione di mister Catalano, ricca di giocatori di qualità e, in parte, di esperienza. Due nomi su tutti: Lino Marzorati e Giammario Piscitella, accomunati da un passato da promesse del calcio italiano (solo in parte mantenute) con le maglie di Milan e Roma.

 

Vietato sbagliare, quindi, perché la casella dei punti fatti in casa dopo due giornate ancora vuota piacerebbe a pochi. “E’ importante fare punti sempre, in casa o fuori – commenta Gardano – Al di là del fatto che sia o meno scontro-salvezza, è una partita da vincere e basta. Il Prato è una squadra che vive di grande entusiasmo e corsa: hanno messo in difficoltà il Livorno giocandosela alla pari sul difficile campo di Viterbo. Saranno ostici ma noi dobbiamo solo avere in testa, e sarà così sempre, i tre punti”.

 

Facile che il tecnico biancorosso opti ancora per il 4-3-3 iniziale. In settimana è stato provato Gerbaudo come terzino sinistro, visti i ripetuti infortuni su quella corsia, ma si tratta solo di una valutazione per eventuali situazioni di emergenza. Questo, quindi, quello che dovrebbe essere il Cuneo di scena domani al “Paschiero”: Stancampiano; Quitadamo, Conrotto, Boni (per Andrea Cristini si spera in un rientro ad ottobre), Testoni; Gerbaudo, Rosso ed uno tra Provenzano, apparso in grande forma a Piacenza, e Marco Cristini; Zamparo punta centrale sostenuto dagli esterni scelti tra Aperi, Boniperti, Mobilio ed Anastasia, con i primi due ancora favoriti.

 

CC – Redazione Sportiva Ideawebtv.it