Vigilanza sulle Ipab: la competenza passa dalla Provincia alla Regione

0
439

I responsabili delle Istituzioni Pubbliche di Assistenza e Beneficienza (IPAB) con sede sul territorio regionale hanno ricevuto in questi giorni una comunicazione dalla Regione Piemonte, che dal 1° gennaio 2016, ha riacquisito la competenza relativa alla vigilanza sugli Organi e sull’attività amministrativa delle IPAB, come stabilito dalla Legge Regionale 23/2015.

 

La Regione, con riferimento all’anno in corso, informa i responsabili delle strutture che – chi non avesse ancora provveduto (la scadenza prevista per l’invio è il 31 luglio) – avrà tempo fino al 15 settembre 2016 per inviare la seguente documentazione attestante l’andamento dell’attività delle IPAB: copia del Bilancio Preventivo 2016 ed eventuali variazioni con relativi verbali di deliberazione; copia del Conto Consuntivo 2015 con relativo verbale di deliberazione; atti di insediamento e di eventuali modifiche del C.d.A. attualmente in carica e quelli deliberativi – dai quali si evinca l’indicazione delle finalità d’uso del ricavato – relativi a alienazioni di beni immobili e titoli, costituzione, trasferimento di diritti reali sui suddetti beni, nonché all’accettazione di donazioni, eredità, lasciti, accensione di mutui e ipoteche adottati dal 1 gennaio 2016 ad oggi.

 

Si ravvisa che il mancato invio della documentazione o la mancata risposta alle richieste di integrazione o di informazioni può costituire presupposto per l’esercizio dei poteri di commissariamento quando, in conseguenza di tale comportamento, sia seriamente ostacolata l’attività di vigilanza e controllo e vi siano ragioni per ritenere possibili attività non in conformità dello statuto, dello scopo dell’IPAB o della legge.

 

La documentazione dovrà essere inoltrata al seguente indirizzo PEC [email protected]
Le IPAB che non avessero ancora attivato la propria casella PEC, invitate dalla Regione Piemonte ad attivarla al più presto, possono trasmettere la documentazione all’indirizzo e-mail: [email protected]
Nel caso in cui non fosse possibile la trasmissione della documentazione secondo le modalità sopra indicate, la stessa potrà essere recapitata al seguente indirizzo:  Sede: Via Guasco, 1 – 15121 Alessandria. Dirigente in staff alla Direzione Coesione Sociale dott. Massimo CANIGGIA.  Referente: Manuela GANDINI; e-mail [email protected]; Per ulteriori informazioni visitare il sito: www.provincia.asti.gov.it/ipab

 

c.s.