Borgo San Dalmazzo: arrestato 51enne per detenzione ai fini di spaccio di “Rivotril”

0
439

E’ ormai considerata la droga dei più giovani, quella che i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Borgo San Dalmazzo hanno rinvenuto all’interno di un abitazione di un noto pregiudicato nei pressi di Cuneo.

 

“Rivotril”, è questo il nome del farmaco, utilizzato come ansiolitico ed antiepilettico, venduto con determinate prescrizioni e limitazioni sul numero delle confezioni direttamente nelle farmacie presentando apposita ricetta medica. Ciò che però ha indotto qualche giorno fa i Carabinieri ad approfondire il ritrovamento di questo tipo di farmaco e procedere successivamente all’arresto in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti o psicotrope, è il fatto che il soggetto in questione detenesse all’interno della propria dimora ben 77 confezioni tutte occultate all’interno di alcune buste della spesa. Il farmaco, appunto facilmente reperibile e con costi accessibili rappresenta ormai da qualche anno la nuova frontiera dello sballo poiché, abbinato al consumo di sostanze alcoliche, genera nell’assuntore effetti stupefacenti molto simili a quelli legati al consumo di eroina.

 

I militari operanti dopo aver effettuato una serie di accertamenti sul territorio di competenza in merito a possibili episodi di spaccio nei pressi dei maggiori locali di ritrovo nella zona di Borgo San Dalmazzo e Cuneo, specialmente nelle ore serali, sono giunti all’individuazione dell’abitazione di un classe ‘65 residente a Cuneo, già condannato in passato per reati legati allo spaccio di stupefacenti. La successiva perquisizione domiciliare permetteva di rinvenire, oltre alla quantità di pillole ancora sigillate, anche 8 grammi di hashish e la somma in denaro contante di euro 350,00 verosimilmente frutto dell’attività di spaccio dell’arrestato. Il soggetto una volta condotto in caserma per gli accertamenti di rito è stato tradotto presso la casa circondariale di Cuneo in attesa di giudizio come disposto dall’AG competente.

 

Ora più che mai è indispensabile non abbassare la guardia nel contrasto allo spaccio ed al consumo di sostanze stupefacenti” afferma il Capitano CALABRIA, comandante della Compagnia CC di Borgo San Dalmazzo “ Il mercato correlato alla produzione di sostanze stupefacenti si evolve in maniera esponenziale ed è necessaria la collaborazione di tutte le componenti della società, genitori, insegnanti, educatori, ecc..per cogliere da subito i segnali in grado di far emergere eventuali deviazioni da parte delle categorie più a rischio, ovvero la fascia adolescenziale”. Continua l’Ufficiale “da parte nostra assicureremo come sempre il massimo impegno nel delicato settore, affinché il territorio della Compagnia sia sempre più sicuro e controllato

 

c.s.