Alba: celebrata la “Giornata del ricordo” | Marello: “Dobbiamo legare alla memoria anche momenti come questi senza negare le responsabilità”

0
58

Martedì 10 febbraio anche Alba ha celebrato la “Giornata del ricordo” in memoria dei martiri delle Foibe e dell’esodo dalle loro terre di istriani, fiumani e dalmati costretti a lasciare le proprie case dopo la cessione alla Jugoslavia delle province di Pola, Fiume, Zara, parte delle provincie di Gorizia e  Trieste con il  trattato di pace del 1947.

Con le celebrazioni per la “Giornata della memoria” del 27 gennaio dedicata alle vittime della Shoah, la città ha ricordato anche gli italiani massacrati in Istria, Dalmazia e Venezia Giulia tra il 1943 e il 1945.
Per l’occasione il Sindaco di Alba Maurizio Marello ha allacciato una corona d’alloro alla targa nel giardino in corso Matteotti intitolato “Alle Vittime delle Foibe” presente in città insieme a quella di via Roma in memoria delle “Vittime dei Campi di Sterminio nazi- fascista”.  

Con questo momento vogliamo ricordare eventi che per troppo tempo sono stati dimenticati – ha dichiarato il Sindaco Maurizio Marello nei giardini di corso Matteotti – Ricordiamo le tante vittime delle foibe ma anche i circa 350 mila profughi costretti a lasciare le proprie case nell’Istria, nella Dalmazia,  nel Venezia Giulia per fuggire in altre parti dell’Italia. Fu una delle tragedie più pesanti che colpì l’Europa in quegli anni. Ricordiamo in un momento di nuovo difficile per l’Europa. In questi giorni c’è un conflitto in corso in Ucraina e ci sembra impossibile che dopo 70 anni si verifichino ancora le stesse tragedie. Proprio perché la guerra non si ferma e la storia poco insegna alle persone, è importante soffermarsi  anche simbolicamente e fare memoria di momenti delicati del nostro passato”.

 

Dopo l’omaggio nei giardini di corso Matteotti, nella Chiesa di San Giuseppe l’inaugurazione della mostra “Reciproco ricordo. Storia delle persecuzioni in Istria e Dalmazia. La mostra “Reciproco ricordo” è visitabile fino al 20 febbraio dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle 14.30-18.30. L’invito è esteso a tutte le scuole. Per prenotazioni e informazioni telefonare al 338 5622121 (sig. Renato Vai).

 

Gli eventi per la “Giornata della memoria” e per il “Giorno del ricordo”  si chiudono venerdì 20 febbraio alle ore 21.00 al Centro Giovani H-Zone con lo spettacolo teatrale “Nunca – Mas. Gente che scompare” della Compagnia teatrale Fenice dei Rifiuti in collaborazione con Amnesty International Alba e Ufficio della Pace.