Volley A1/F: Conegliano fa la storia, ma per Cuneo solo applausi

Le Campionesse d'Europa sono da record: 73 vittorie di fila. Cuneo sogna l'impresa e, alla fine, si prende un punto che vale tanto: 2-3.

0
434
Foto Danilo Ninotto

La storia è fatta, ma Cuneo deve essere orgogliosa. L’Imoco Volley Conegliano è da record: le Campionesse d’Italia e d’Europa superano la streak di vittorie consecutive di Teodora Ravenna e, centrando il 73° successo di fila, entrano nella storia della pallavolo. E potrebbe non essere ancora finita: eguagliato il record mondiale, detenuto dalle turche del Vakifbank. Ma quanti applausi per la Bosca S.Bernardo Cuneo che, con un coraggio da leonesse, raccoglie un punto che vale oro, al di là della classifica, per dare una bella scossa a questa prima parte di stagione.

Le Gatte, in un palazzetto dello sport pieno al massimo della capacità e caldissimo, hanno sognato anche il colpaccio, trascinate da una Kuznetsova superstar (autrice di 23 punti), mostrando una prestazione di squadra che fa ben sperare, dimostrando che, con la testa giusta, le ragazze di Pistola possono dire la propria in questo campionato. Onore a Cuneo, e complimenti inevitabili per una straordinaria Imoco ed alle sue eccezionali campionesse, pronte per il Mondiale per Club. MVP Paola Egonu, uscita alla distanza ed autrice di un trentello tondo tondo.

SESTETTO CUNEO

Signorile in regia, opposto Gicquel; centrali Stufi e Squarcini, in banda Kuznetsova e Jasper, libero Spirito.

SESTETTO CONEGLIANO

Gennari al palleggio, opposto Egonu; in mezzo Vuchkova e De Kruijf, schiacciatrici Omoruyi e Courtney, libero Caravello.

PRIMO SET

Grande clima al Palazzetto dello Sport, che Gicquel prova ad accedere con l’attacco che vale il 2-2. Padrone di casa aggressive in questo avvio, Jaspero a segno per il 5-4. Ospiti che provano a mettere sui propri binari il gioco (7-9), Kuznetsova e Gicquel dicono di no e colpiscono per il controsorpasso (10-9). Egonu prova ad entrare in partita, attaccando da posto-2 per il 12-12. Pubblico che apprezza l’impegno delle padrone di casa che restano lì: il muro di Jasper vale il 15-13. Sul 16-15 scambio pazzesco, con Cuneo che difende forte: lo risolve Omoruyi, fra gli applausi del pubblico. La schiacciatrice mura subito dopo ed induce Pistola a fermare il gioco (16-17). Bosca che prova fino all’ultimo a rimanere attaccata al set: Kuznetsova si conferma nota lieta, passando per due volte di fila (20-19 e time out Imoco). Egonu ancora discontinua: il suo attacco fuori manda Cuneo sul 21-20. Sul 21 pari dentro Giovannini per Kuznetsova. Due errori consecutivi in battuta, 22-22 e spazio a Frosini al servizio: ricezione difficoltosa delle biancorosse, Gicquel manda out. Il videocheck scova il tocco del muro, avanti Cuneo 23-22. L’opposto francese esplode da posto 2, due set ball: 24-22 e time out Conegliano. Stufi chiude il set, padrone di casa avanti 1-0 (25-22).

SECONDO SET

Kuznetsova riprende da dove aveva lasciato: grande incrocio per il 2-2. Conegliano continua ad essere, sorprendentemente fallosa, Cuneo che prosegue sulle ali dell’entusiasmo, sospinta da Kuznetsova e Gicquel (11-9). Sul 12-10 Santarelli decide di schierare Wolosz per cambiare il volto di una gara finora sottotono: subito pipe di Egonu, 12-11. Pur non giocando la sua migliore pallavolo, le Campionesse d’Italia mettono il muso avanti: sul 14-16 Pistola chiama time out. Cuneo lotta, ma Egonu punisce e proietta Conegliano sul +4 (18-14, in campo Agrifoglio per Signorile). Sul 14-19 spazio anche a Caruso per Squarcini: Cuneo perde il grip sul set e l’Imoco vola sul 14-21. Pistola inserisce anche Zanette per Gicquel. Egonu con autorevolezza regala 10 set ball alle ospiti (14-24). Al secondo tentativo, Conegliano chiude il set (15-25 e 1-1).

TERZO SET

Il set si apre con due errori in battuta (1-1). Cuneo, nonostante il precedente gioco perso, parte meglio, sfruttando anche qualche imprevisione avversaria: è 6-3. Ricezione ospite in difficoltà, Jasper punisce con la parallela dell’8-4. Forse inaspettatamente, ma è Cuneo ad allungare: Kuznetsova firma l’11-6, Santarelli ferma il gioco. Match che strappa applausi: Bosca con grande coraggio lotta, Egonu mette giù il pallone del -3. Due errori consecutivi rimettono l’Imoco a contatto, Pistola ferma il gioco (12-11). Bosca S.Bernardo che esce bene dalla panchina: Squarcini mura, Kuznetsova buca il muro avversario, 14-11. Nell’Imoco dentro Folie. Conegliano prova a restare in scia, ma Cuneo continua a giocare con i tempi giusti: Signorile per Stufi, 17-14. Il copione si ripete poco dopo: palleggiatrice ad una mano, centrale in fast (18-15). Sul 19-17 Santarelli sceglie di mandare in campo Plummer e, poco dopo, Sylla: intanto Signorile gioca a meraviglia con i centrali, Squarcini affonda il 21-17 (time out Imoco). Cuneo tiene in ricezione su Egonu, difende ed avvicina il 2-1 con Jasper (23-19). Quattro setr ball per Cuneo (24-20): chiude Stufi con una fa che saltare sui seggiolini i tifosi biancorossi (25-20 e 2-1).

QUARTO SET

Conegliano prova a sterzare in avvio (2-4). Una scatenata Folie a muro dà la scossa a Conegliano che trova un maxi-parziale e scatta sul 2-9. Sembra un set già segnato ma la solita Kuznetsova e Squarcini rimettono in carreggiata le piemontesi (7-10). Dopo il finale ad altissima intensità nel precedente gioco, Stufi torna ad incidere: fast più ace, 11-13. Conegliano, però, ha la forza di tenere a distanza le avversarie: Egonu a più riprese, 13-18. Gatte che non vogliono mollare: la fast di Stufi riporta le locali a -3 (17-20, Santarelli ferma il gioco). Imoco che tiene e si guadagna 6 set ball: Squarcini manda out il primo tempo, si va al tie-break (18-25).

QUINTO SET

Gicquel apre il tie-break, 1-0. Avvio intenso, con Cuneo che sogna l’impresa: Gicquel mura Plummer, 4-4. Mani out in bello stile di Jasper, Egonu risponde da posto-4, 6-6. Ancora Egonu, poi Stufi manda fuori la fast, 6-8 al cambio di campo. Kuznetsova subito a segno alla ripresa del gioco, 7-8. Sul 7-9 tre difese clamorose di Cuneo non bastano: Egonu fa 7-10, ancora applausi al palazzetto. Biancorosse con le ultime energie, mentre l’Imoco con la massima concentrazione allunga: due muri di fila valgono il 7-13. Sette match ball per Conegliano (7-14): al secondo, chiude Courtney (7-15 e 2-3).

Tabellino Cuneo vs Conegliano