Cuneo, pranzo al ristorante cinese per il sindaco Borgna: “Psicosi irrazionale, vicinanza a questa comunità” (VIDEO)

All'iniziativa, promossa dalla Consulta giovanile al "Pechino", hanno partecipato consiglieri comunali e semplici cittadini.

0
1083

“No alla discriminazione del popolo cinese”. Anche Cuneo si schiera contro la psicosi generata dal coronavirus con un pranzo svolto oggi, martedì 4 febbraio, in uno dei ristoranti cinesi storici della città, il Pechino di via Ponza di San Martino. L’idea, partita dal presidente della Consulta Giovanile Pietro Carluzzo, è stata raccolta dal sindaco Federico Borgna, da altri consiglieri comunali di tutti gli schieramenti e da semplici cittadini. Presente anche l’ex sindaco di Gaiola Fabrizio Biolè. In tutto erano oltre 30.

Il Pechino, aperto dal 1985, come molti altri ristoranti cinesi ha visto scendere notevolmente la clientela nell’ultimo periodo. Il titolare Chen Wenmin, per tutti Paolo, ha parlato di un calo del 60-70%. Ecco, ai nostri microfoni, le parole del sindaco Federico Borgna, del promotore dell’iniziativa Pietro Carluzzo e del titolare del ristorante Pechino Paolo Chen.