Domenica il big-match Albese-Busca, Perlo: “Possiamo lanciare un segnale”

0
259
Foto Federico Rava

Il pareggio stretto ottenuto sette giorni fa in casa del Villafranca ha certificato una volta di più quanto già si sapeva: l’Albese fa sul serio e può già ammazzare il girone C di Promozione.

Eppure, superato un ostacolo con l’amarezza dei due punti “persi”, i langaroli affronteranno domenica un esame forse ancora più impegnativo, contro il Busca.

Francesco Perlo non nasconde l’importanza dell’incontro ai nostri microfoni: “Sappiamo quanto possa contare una partita del genere: nonostante ci siano anche altri squadroni, come Villafranca e Cavour, per dirne due, per molti è questo il match più atteso. Giocheremo contro una squadra forte, piena zeppa di ragazzi che conosco bene e di cui conosco perfettamente le qualità eccelse: sono quadrati, hanno alle spalle una società che, come la nostra, è strutturata anche per categorie superiori, ed in campo sanno giocare bene, con tanti giocatori fortissimi. Il loro attacco è invidiabile, a centrocampo hanno giocatori che con me hanno già giocato e dimostrato tanto e dietro hanno Monge, forse il difensore più forte in assoluto fino alla Serie D, per quanto riguarda la nostra provincia”.

Insomma, sfida dura, ma l’Albese sta bene: “Siamo in serie positiva da inizio anno, in campo ci divertiamo e, per fare una battuta, fosse per noi sostituiremmo ogni allenamento con una partita ufficiale. Domenica siamo usciti dal campo di Villafranca persino con un pizzico di amarezza per non averla vinta, testimonianza del fatto che abbiamo sempre voglia di fare di più. Con il Busca dovremo continuare così, anche perchè siamo in casa, pur sapendo che sarà tutt’altro che agevole. Se possiamo lanciare un segnale alle avversarie? Forse sì, per il contesto in cui ci troviamo, ma restiamo calmi”.