I formaggi Bra e Raschera e il Crudo di Cuneo presenti alla 21ª edizione della Fiera del Marrone

0
170

Con l’arrivo dell’autunno tornano le tradizioni più consolidate e attese, quelle che vedono il Bra, il Crudo di Cuneo e il Raschera nuovamente presenti all’interno di eventi volti a mettere in rilievo le eccellenze gastronomiche della provincia di Cuneo. Anche quest’anno le tre Dop simbolo della Granda parteciperanno alla Fiera del Marrone, in programma a Cuneo dal 18 al 20 ottobre, una manifestazione che lega tutte le ricchezze culinarie del territorio, dando loro il risalto che meritano e sottolineando ulteriormente il rapporto che le lega alle radici da cui hanno origine.

Le tre Dop saranno presenti con i loro stands nell’Area Consorzi di via Roma, spazio interamente dedicato ai Consorzi di tutela e di promozione dei prodotti tipici e tradizionali del territorio. L’appuntamento, con possibilità di assaggio dei prodotti, è per venerdì 18 e sabato 19 ottobre dalle 9 alle 23 e domenica 20 ottobre dalle 9 alle 21 per rinnovare l’incontro con queste ricchezze culinarie che sono, da tempi immemori, una certezza di soddisfazione, sapore e orgoglio per tutto quello che comunicano e rappresentano.

Il Crudo di Cuneo dop non può mancare all’appuntamento della Fiera del Marrone, gioca in casa; infatti, è l’unico salume che nella denominazione riconosciuta dall’Unione Europea riporta il nome Cuneo” – dichiara Chiara Astesana, presidente del Consorzio di Tutela e Promozione del Crudo di Cuneo -. “Siamo orgogliosi di presenziare e accogliere il pubblico partecipante con i nostri prodotti che rappresentano, da tempi antichi, una garanzia in termini di gusto, bontà e versatilità” – aggiunge Franco Biraghi, presidente del Consorzio di tutela del formaggio Bra dop e Raschera dop -. “L’ecletticità, unita ad un gusto inconfondibile, rende queste tre Dop tesori unici nel loro genere, connotati da sapori completamente diversi e, proprio per questo, imprescindibili quando si parla di eccellenze della Granda” – concludono in coro i due presidenti.

Il Raschera, con i suoi oltre 30 giorni di stagionatura, è contraddistinto infatti da un aroma dolce, una morbidezza che lo rende un prodotto amato da tutti i palati, compresi quelli dei più piccoli. Un sentore che si avvicina alla delicatezza del Bra Tenero, stagionato oltre 45 giorni: una Dop che si inserisce con discrezione nei migliori menù delle nostre tavole apportando un quid in più capace di distinguerli notevolmente.

Il Crudo di Cuneo con la sua stagionatura di 24 mesi, la garanzia sulla tracciabilità di tutta la filiera produttiva e la sua versatilità è ormai un punto di riferimento per tutti i buongustai che amano i salumi di qualità e caratterizzati da un gusto particolare unito a note distintive.

Il Bra duro, infine, si presenta agli assaggiatori con la sua spiccata personalità, a cui contribuisce una stagionatura di minimo 6 mesi, atta a conferire a questo formaggio una potente sapidità che lo incorona come un’eccellenza apprezzata già secoli addietro dai mercanti genovesi, dai quali veniva utilizzato per la preparazione del pesto.

c.s.