Fai bella l’Italia: al Parco Forestale del Roero la Giornata Nazionale FAI Cisl per la Cura dell’Ambiente

0
454

Si svolgerà domenica 5 maggio 2019 la Prima Giornata nazionale della Fai Cisl per la Cura dell’Ambiente, che vedrà mobilitate tutte le federazioni regionali del sindacato agroalimentare e ambientale, con iniziative rivolte alla salvaguardia del territorio e alla valorizzazione del patrimonio paesaggistico.

Per quanto riguarda il Piemonte, in collaborazione con l’Associazione Roero Verde e l’Ecomuseo delle Rocche del Roero, l’area individuata è quella del Parco Forestale del Roero in Località Cascina del Mago a Sommariva Perno. Il parco sorge al centro dell’ultimo grande bosco della pianura padana, con oltre cento ettari di terreno, una grande estensione che conta una parte di bosco vecchio e l’altra di reimpianti. Negli ultimi dieci anni, infatti, sono circa 150 mila le piante messe a dimora. Questo luogo è stato prescelto per una sua specifica peculiarità: è un parco forestale molto, molto speciale. Infatti è l’unico in Italia, forse in Europa, a finanziarsi grazie ad una discarica.

L’ingresso nell’area protetta è infatti accanto all’ingresso della sede della discarica del consorzio per lo smaltimento dei rifiuti di Alba-Bra, uno dei più moderni in Piemonte. Il ritrovo è fissato alle ore 9.30, dopodiché si inizierà una camminata per il parco e una pulizia straordinaria della superficie boschiva. A partecipare all’iniziativa, accanto a segretari, dirigenti e iscritti del sindacato, anche giovani volontari, famiglie, studenti. A tutti i partecipanti verranno forniti guanti, magliette, sacchi per la raccolta differenziata e copertura assicurativa.

Vogliamo dimostrare che con piccoli gesti quotidiani – spiega il responsabile della Fai Cisl Piemonte, Alessandro Anselmi – si possono fare grandi cose, e soprattutto riportare all’attenzione dell’opinione pubblica l’enorme contributo che i lavoratori dell’agroalimentare, della bonifica, della forestazione, svolgono ogni giorno per innalzare la qualità del cibo e della nostra agricoltura, per mettere in sicurezza il territorio, per agevolare lo sviluppo delle aree rurali, per incrementare le opportunità offerte dalla green economy”.

c.s.