CORSA-SALVEZZA IN SERIE C: Cuneo, vietato sbagliare domani! L’Albissola comanda il proprio destino, dura per la Lucchese

Il borsino delle tre pretendenti alla salvezza diretta nel girone A di Serie C: ancora tre gli scontri diretti in programma negli ultimi 270'

0
379
Gli impegni di Albissola, Cuneo e Lucchese fino a fine stagione. In ROSSO gli scontri diretti, in MAIUSCOLO le partite casalinghe.

Cuneo-Albissola, per 90′ che possono valere una stagione. Non sono frasi fatte o iperboli giornalistiche. Domani al “Paschiero” si giocherà qualcosa in più di un derby sabaudo-ligure, ma anche una sfida che potrebbe decidere la corsa-salvezza nel girone A di Serie C.

Già, perchè dopo l’esclusione della Pro Piacenza, sono rimaste in tre a contendersi il solo porto sicuro rappresentato dall’attuale terzultimo posto in classifica, che vorrebbe dire salvezza diretta, senza passare dal dramma dei playout, ad oggi disegnato con una sorta di doppio turno: semifinale-finale per non retrocedere, incrociando le ultime due del raggruppamento A con le ultime due del girone C.

Ecco perchè in corso Monviso c’è attesa per quel che sarà, anche tenendo conto delle sfide che attendono Albissola, Cuneo e Lucchese nei prossimi, ed ultimi, 270′ stagionali. Qual è il borsino delle tre pretendenti?

Qui Albissola (26): in rigoroso ordine di classifica, si parte dalla neopromossa. I liguri avranno, di fatto, il destino nelle loro mani, con due scontri diretti nelle ultime tre sfide. Prima l’incrocio in quel di Cuneo, quindi, tra dieci giorni, il match casalingo contro la Lucchese. Lì si saprà molto della loro esistenza, che potrebbe non dipendere, in questo caso, dall’ultima sfida in casa dell’Alessandria.

Qui Cuneo (24): seguono i cuneesi, che, dopo una travagliata stagione in cui i punti persi per sentenze sono di fatto equiparabili a quelli rimasti in classifica, si giocheranno tutto in 90′. Vietato sbagliare, anche se pure un pareggio potrebbe non bastare. Già, perchè i biancorossi nelle ultime due faranno prima visita alla Carrarese del capocannoniere Tavano (e di Caccavallo, Maccarone e Baldini), per poi spendere le ultime chance in casa contro la Pro Patria. Insomma, un percorso tutt’altro che facile, in cui servirebbero almeno 5 punti. E potrebbero non bastare.

Qui Lucchese (23): complessa la corsa dei toscani, che avranno dalla loro, però, la possibilità di giocarsi ancora lo scontro diretto in casa dell’Albissola. Di certo, i rossoneri faranno il tifo per un pareggio domani al “Paschiero”, nella speranza che un risultato positivo (difficile) in quel di Piacenza li possa riavvicinare al Paradiso. Dopo il testa a testa di Albissola alla 37esima, quindi, la Lucchese chiuderà in casa del Pontedera, attualmente in lotta per entrare nei playoff.