Abet Laminati di Bra: ufficializzata a Roma l’intesa per la vertenza occupazionale

Al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, sull​a gestione dei 112​ dipendenti ​dichiarati in esubero​, ​dall​a ditta ​​​​braidese, lo scorso gennaio. Messa in mobilità “su base volontaria” di parte del personale dichiarato in esubero

0
1317
Davanti ai cancelli dell'Abet Laminati di Bra, lo scorso gennaio (foto Danilo Lusso - Ideawebtv.it)

Martedì 9 aprile, al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali​ a Roma​, è stata​ ufficializzata ​l’intesa tra​ l’Abet Laminati di Bra ​e ​il sindacato per la​ ​vertenza occupazionale​ sull​a gestione dei 112​ dipendenti ​dichiarati in esubero​, ​dall​a ditta ​​​​braidese, lo scorso gennaio.

​L’intesa prevede​: ​dalla ricollocazione di parte del personale in esubero sia internamente che presso fornitori e/o aziende terze, anche​, ​mediante la messa a regime dei previsti interventi di esternalizzazione​; ​al ricorso al pensionamento anticipato;​ ​alla messa in mobilità “su base volontaria” di parte del personale dichiarato in esubero;​ con ​diverse forme di incentivazione economica​, ​sia per le ipotesi di ricollocazione che per quelle di messa in mobilità. ​Le m​isure previste dovranno ora essere attuate e completate entro​ il 31 maggio.​

​”​Lo sforzo e l’impegno di Abet, in questo delicato momento e passaggio della vita aziendale, sono stati rilevanti​ ​anche sul piano economico​ ​e​ ​all’insegna della massima responsabilità​. H​anno sempre avuto l’obiettivo di conciliare al meglio, tenuto conto dell’attuale contesto di mercato, le esigenze dell’​a​zienda con quelle dei suoi Lavoratori.​ ​L’auspicio​ è che ​che l’intesa raggiunta permetta​ ​di realizzare nei tempi previsti gli obiettivi prefissati, contribuendo a realizzare, anche in tal modo, quelle condizioni e quei presupposti operativi assolutamente necessari per il rilancio e l’ulteriore sviluppo delle attività di Abet, nonché per il mantenimento della sua competitività sui mercati sia nazionali che esteri​.

L’intesa​ è arrivata ​al termine di un confronto che, negli ultimi mesi, ha visto ​a​zienda e ​rappresentanti dei ​l​avoratori​, ​misurarsi nella ricerca e messa a punto di soluzioni volte ad attenuare per quanto più possibile gli impatti occupazionali e la perdita di posti di lavoro​, ​correlati all’attuazione dei necessari interventi di rilancio e riorganizzazione​.

Riprende e ratifica, di fatto, le ipotesi di accordo che​ il 3 aprile ​erano già state raggiunte dalle ​p​arti in sede aziendale e, successivamente, in data​ 5 aprile​, sono state portate anche all’approvazione degli stessi ​l​avoratori​ ​Abet mediante apposito referendum​, con ​largo esito positivo​” hanno commentato i vertici dell’Abet Laminati.