“Una via possibile”: il documentario dei braidesi Giacomo e Marcello, premiato a Courmayeur (VIDEO)

"Il progetto nasce come una video-tesi. Con Giacomo è diventato un progetto interessante, impattante. Con i ragazzi è stato tutto emozionante, vedevi la fatica nei loro occhi, ma nonostante ciò sono riusciti ad arrivare in cima"

0
563

Giacomo Piumatti e Marcello Manzino, due giovani braidesi appassionati di cinematografia, montagna e arrampicata, ai nostri microfoni hanno raccontato dell’emozione per aver ricevuto il premio “miglior tematica sociale” al Festival Nazionale dello Sport Integrato e del Cinema d’Inclusione di Courmayeur, con la seguente motivazione: “Per aver saputo affrontare la tematica dell’inclusione e integrazione, attraverso la verticalità di una parete di roccia che diventa, così, il simbolo di un muro superabile grazie all’amore e alla tenacia dei giovani protagonisti e delle loro famiglie. L’arrampicata si trasforma in simbolo di realizzazione e di condivisione”. Premio “arrivato” grazie a “Una via possibile”, il documentario di Giacomo e Marcello, tratto da una tesi di laurea sulla disabilità nello sport, con Eleonora, Fabio e Riccardo come protagonisti.