Truffe e furti nel casalese: due persone denunciate

0
231
Mar. Magg. Roberto GRASSI Comandante della Stazione Carabinieri di Cerrina

Nel corso dell’ultimo periodo, la Compagnia Carabinieri di Casale Monferrato, mediante l’impiego delle Stazioni dipendenti e del NOR, ha conseguito i seguenti risultati nella repressione alle truffe e ai furti in danni di persone anziane.

I Carabinieri della Stazione di Cerrina hanno denunciato in stato di libertà per furto un 57enne residente a Genova, ritenuto responsabile di avere sottratto contanti e gioielli a una pensionata 66enne residente in Mombello. Il 57enne, fingendosi Carabiniere, si sarebbe introdotto all’interno dell’abitazione della pensionata e, dopo averla distratta, gli avrebbe sottratto gioielli e 700 euro in contanti.

I Carabinieri della Stazione di Vignale hanno denunciato in stato di libertà per indebito utilizzo di carte di credito una 53enne di Casale Monferrato, poiché avrebbe sottratto la carta di credito a un pensionato 83enne residente a Camagna Monferrato (AL), facendo acquisti non autorizzati per circa 2.500 euro. I Carabinieri hanno ricostruito le operazione compiute con la carta di credito del pensionato attraverso l’estratto conto e i filmati delle videocamere dei luoghi dove sono state effettuate le spese.

A tal proposito è opportuno ricordare alcuni consigli per evitare truffe e furti come:
non aprire agli sconosciuti e non farli entrare in casa; è sempre meglio diffidare degli estranei che vengono a trovarci in orari inusuali, soprattutto se in quel momento si è soli in casa; non mandare i bambini ad aprire la porta; prima di aprire la porta, controllare dallo spioncino; in caso di consegna di lettere, pacchi o qualsiasi altra cosa, chiedere che vengano lasciati nella cassetta della posta o sullo zerbino di casa; in assenza del portiere, se si deve firmare la ricevuta, aprire con la catenella attaccata; prima di fare entrare sconosciuti, accertarsi dell’identità ed eventualmente farsi mostrare un documento di riconoscimento; non dare soldi a sconosciuti che dicono di essere funzionari di Enti pubblici o privati di vario tipo; diffidare sempre dagli acquisti molto convenienti e dai guadagni facili: spesso si tratta di truffe o di merce rubata; non firmare nulla che non ci sia chiaro e chiedere sempre consiglio a persone di fiducia più esperte di noi; AVVISARE TEMPESTIVAMENTE le Forze di Polizia in caso di sospetti sulle persone che si presentano alla nostra porta.