Cherasco: successo per la mostra che ha ricordato Romano Reviglio

0
117

È stato un successo di visitatori la mostra che si è chiusa a fine anno a palazzo Salmatoris. “Romano Reviglio: architetture, tratti graffianti e segni scultorei”, curata da Cinzia Tesio, ha voluto essere un omaggio della città al suo indimenticato artista, scomparso nel 2008. 

Nel decennale della sua morte, Cherasco ha ricordato lo straordinario artista che non solo ha lasciato un significativo patrimonio di opere, ma anche un ricordo della persona, del cittadino attento alla sua città, allo sviluppo della cultura, alla preservazione della sua storia.

«Siamo contenti dell’esito positivo di questa esposizione – spiega l’assessore alle Manifestazioni Marella Fumero – perché ripercorrendo la storia artistica di Reviglio è come ripercorrere un pezzo del nostro passato, guardare il territorio con occhi diversi, attenti ai particolari, alle bellezze che ci circondano. Reviglio, pur avendo un successo di respiro molto più vasto, è sempre stato legato a Cherasco e la città deve molto a questo artista».

Aggiunge il sindaco Claudio Bogetti: «A Palazzo Salmatoris, dopo la ristrutturazione della nuova ala, è stata realizzata una sala che porta il nome di Reviglio, proprio per sottolineare la gratitudine di Cherasco non solo verso l’artista, ma nei confronti di un uomo che ha saputo amare la sua città concretamente, nei fatti, trasportandone tutta la bellezza e la particolarità sulle tele. È doveroso quindi un grazie all’artista scomparso, ma anche ai suoi eredi che ci hanno permesso di vedere opere straordinarie».