Promozione: Centallo ammazza-campionato! Pari-show a Borgo San Dalmazzo e Roreto

L'Infernotto continua a stupire, Atteritano lancia il Cavour a Busca

0
794

Giovanile Centallo vola e va, ed il vuoto alle spalle cresce. Dopo undici giornate il girone C di Promozione ha un padrone più che mai chiaro, anche se sarà ancora lunga.
Sono i rossoblù fin qui la vera schiacciasassi del campionato: 28 punti, +25 nel computo della differenza reti (quindici in più del Pedona, secondo in questa classifica) ed un’ultima vittoria in casa della Piscineseriva che ha certificato la forza del gruppo, superiore a gran parte della concorrenza. Di Raspo (doppietta), Viglione e Magnino le reti in quel di Piscina, con inutile centro dei padroni di casa siglato da Gennari.

Partita senza storia, non come quella disputata a Borgo San Dalmazzo, dove Pedona ed Atletico Torino hanno chiuso con uno spettacolare 2-2. Avanti i gialloblù con Gozzo al 25’, ma gli ospiti sorpassano con Dispenza e Simonetti ed è bomber Pepino al 90’ a salvare i Tallone-boys da una sconfitta che avrebbe fatto male.

Secondo posto perso, però, dopo due pari consecutivi, a tutto vantaggio del Cavour, corsaro in quel di Busca grazie all’ex Saluzzo Atterritano nell’altro big match di giornata. I torinesi salgono in seconda piazza, a -5 dalla vetta, mentre i padroni di casa confermano le loro difficoltà nel trovare la via del gol perdendo un’altra occasione per rifarsi sotto.

Dietro chi c’è? La grande sorpresa di questo campionato: l’Infernotto. Tre mesi fa circa, sembrava tutto finito: i biancorossi in grande difficoltà e con addirittura la percezione di non potersi iscrivere al campionato. Poi il miracolo, una squadra costruita quasi di fretta ed un gruppo che giornata dopo giornata ha fatto l’impresa, fino ad un quarto posto maturato dopo il successo (ipotizzabile alla vigilia) in casa del Garino, timbrato dalla doppietta di Romagnini (di Valenti la rete del fanalino di coda). Gli uomini di Ghio sono una realtà, contro cui molti dovranno fare i conti.

Infernotto che condivide la quarta piazza con il Busca, di cui si è già detto, e con un redivivo Bsr Grugliasco, ripartito alla grande, nonostante l’infortunio al leader tecnico e caratteriale Zammuto, grazie ad un rotondo 3-0 rifilato al Villafranca. Di un altro ex saluzzese, Talarico, di Duò e Geografo le reti che lanciano i padroni di casa, annientando una delle grandi deluse di questo inizio stagione.

A sorridere dopo il weekend, poi, è il Sommariva Perno, che trova tre punti che pesano come macigni in casa del Revello, fermato in uno degli scontri diretti più importanti di questo inizio stagione. Finisce 1-2, con Poli e Federico Marchisio che vanificano il solito “timbro domenicale” di Umberto Pedrini, già a quota 4 reti fatte, pur avendo iniziato “in ritardo” la stagione. Revello fermo a quota 8 al penultimo posto con la Piscineseriva, mentre il Sommariva Perno vola a 14, addirittura a -4 dalla zona playoff.

Doppio pari, infine, per le altre due cuneesi, seppur diverso nelle sue forme. È 0-0 per la Polisportiva Montatese in casa contro il Csf Carmagnola, che certifica un passo in avanti dei gialloblù, che, però, hanno collezionato appena cinque punti nelle ultime otto gare.

Pirotecnico ed amaro 3-3, invece, per la Roretese, che passa in vantaggio a più riprese contro il Pancalieri Castagnole ma non riesce mai a dare lo strappo decisivo, finendo per essere raggiunta nel finale dai torinesi. Inutili la doppietta di Maffettone ed il gol di Veglio, con la squadra di Fogliatto che, pur avendo finalmente mosso la classifica, resta al tredicesimo posto, ad un solo punto dalla zona salvezza.

CLASSIFICA MARCATORI: Magnino (Giovanile Centallo) 9, Maffettone (Roretese) 8, Brino (Pedona) e Pinto (Bsr Grugliasco) 7.