Anteprime Scrittorincittà 2018: due appuntamenti a Cuneo

0
117

Continuano le anteprime di Scrittorincittà 2018. Mercoledì 17 ottobre in programma due appuntamenti: uno mattutino, con Carlo Carzan e riservato alle scuole (le prenotazioni sono già chiuse, l’incontro è esaurito), e uno pomeridiano, con lo storico Gianni Oliva.
Ecco tutti i dettagli
Mercoledì 17 ottobre, ore 10, cinema Monviso (via XX Settembre 14, Cuneo) | Incontro riservato alle scuole

I DIRITTI DELL’INFANZIA | Geronimo Stilton e la Costituzione italiana raccontata ai ragazzi
Grazie alla collaborazione tra l’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, la casa editrice Piemme e l’Associazione Così per Gioco, nasce un evento speciale che porta in giro per l’Italia una Conferenza Ludica per bambini e ragazzi, con l’obiettivo di sensibilizzarli alla conoscenza della Convenzione Onu sui diritti dell’Infanzia. Si tratta di un racconto che tra immagini, giochi e narrazioni porta il mondo della legalità tra bambini e ragazzi. L’obiettivo è quello di allenare il cervello a guardarsi intorno, a osservare il mondo, a fare delle scelte per rendere il mondo migliore. Durante la Conferenza viene evidenziata l’importanza della Convenzione Onu per l’Infanzia e l’Adolescenza, con l’obiettivo di dare voce ai diritti dei bambini e ragazzi.

I partecipanti, potranno riflettere, giocare e comprendere come il loro vissuto quotidiano sia dentro gli articoli della Convenzione e della Costituzione Italiana In questo viaggio saranno supportati da un personaggio conosciuto da tutti i bambini, Geronimo Stilton, attraverso il quale si racconterà il ruolo dell’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza. La conferenza sarà realizzata da Carlo Carzan.

Al termine ci sarà un regalo per tutti, la consegna ufficiale del libro: Geronimo Stilton e la Costituzione raccontata ai ragazzi.

Modalità di partecipazione: incontro riservato alle scuole, su prenotazione.

Mercoledì 17 ottobre, ore 18, CDT, sala polivalente (largo Barale 1, Cuneo)

GIANNI OLIVA presenta LA GRANDE STORIA DELLA RESISTENZA

Gianni Oliva racconta per intero e senza pregiudizi La grande storia della Resistenza, offrendo una mappa dettagliata e precisa a chi voglia comprendere le ragioni, il senso e le conseguenze di un’esperienza complessa, fondamentale per capire meglio il paese in cui viviamo.

Fernand Braudel l’avrebbe chiamata «histoire événementielle»: storia di avvenimenti, di battaglie e di trattative, di donne e uomini decisivi, di giorni memorabili. Dal 25 luglio 1943, quando, alla notizia delle dimissioni di Mussolini, le città esplodono in una festa spontanea presto repressa dall’occupazione nazista, fino al referendum del 2 giugno 1946, che segna la nascita di un’Italia repubblicana ancora tutt’altro che unita. Passando per l’armistizio dell’8 settembre, la creazione della R.S.I., lo sbarco alleato ad Anzio, il proclama Alexander, che inaugura l’ultimo, durissimo, inverno di guerra, e le insurrezioni dell’aprile 1945.

Nella Storia di Oliva troviamo l’epopea partigiana e la sua quotidianità; il frastagliato fronte antifascista e l’Italia spaccata in due tra Nord e Sud; la resistenza silenziosa degli internati militari nei lager; il ruolo determinante degli Alleati. Ma non solo. Perché riaffermare il valore fondativo della Resistenza significa anche raccontare ciò che accade nei giorni conclusivi della guerra, nella drammatica resa dei conti finale: i cadaveri illustri di piazzale Loreto, gli improvvisati tribunali del popolo e le esecuzioni del maggio-giugno 1945 vengono inseriti nel contesto che li ha determinati e spiegati alla luce di una stagione in cui guerra di liberazione e guerra di classe si sono mescolate a forti componenti di guerra civile.

Una stagione che per essere compresa appieno va però estesa fino al 1948, quando l’entrata in vigore di una Costituzione che fonde nei suoi principi le diverse anime della Resistenza porta a compimento il viaggio di una generazione, e di un paese intero, dalla dittatura fascista alla democrazia. Dialoga con l’autore Michele Calandri.

Modalità di partecipazione: ingresso gratuito. Per essere certo di poter accedere all’incontro, prenota il tuo posto cliccando qui. Il biglietto che riceverai via mail ti garantirà l’accesso (consentito fino ad esaurimento posti) fino a cinque minuti prima dell’inizio della conferenza, quindi entro le ore 17.55. Dopo tale orario, i posti che risulteranno non utilizzati saranno messi nuovamente a disposizione del pubblico che si presenterà in sede senza aver prenotato.

c.s.