Contrasto all’immigrazione clandestina ed ai reati predatori: 4 persone denunciate nell’astigiano

0
575

Nell’ambito di servizio straordinario finalizzato al contrasto dell’immigrazione clandestina e alla prevenzione dei reati di tipo “predatorio” disposto dalla Compagnia di Canelli, che ha visto impegnati militari dell’Aliquota Radiomobile dei Canelli e delle Stazioni di Incisa Scapaccino, Nizza Monferrato e Costigliole d’Asti, sono stati controllati 27 veicoli, 55 persone e 3 locali pubblici.

 

Nel corso delle attività sono state denunciate 4 persone: un 25enne nigeriano a seguito di controllo effettuato a Canelli nei giardini pubblici in via Tempia è risultato avere il permesso di soggiorno scaduto e pertanto deferito per violazione delle norme sull’immigrazione.

 

Una 18enne albanese, in Costigliole d’Asti in Strada Annunziata, è risultata priva di titolo di soggiorno sul territorio nazionale e già colpita da espulsione emessa dalla Prefettura di Asti nel gennaio 2018 ed è quindi stata deferita per violazione delle norme sull’immigrazione; un 42enne, bracciante agricolo rumeno, è stato sorpreso alla guida di autovettura, a Mombaruzzo, con patente di guida rumena falsa e quindi denunciato per guida senza patente e falsità materiale commessa da privato.

 

Un 44enne macedone, in Castelnuovo Belbo è risultato privo di titolo di soggiorno sul territorio nazionale e per tale motivo deferito per violazione delle norme sull’immigrazione.