Cuneo: arrestato 30enne per produzione e detenzione di marijuana ai fini di spaccio | Scoperto, all’interno dell’abitazione del giovane, un vero e proprio laboratorio-serra

0
468

Nello scorso weekend i Carabinieri dell’aliquota radiomobile della Compagnia Carabinieri di Cuneo hanno arrestato in flagranza di reato un ragazzo residente a Cuneo, di 30 anni, ritenuto responsabile di produzione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

In dettaglio, i militari erano impegnati, nelle serate di venerdì e sabato, in un servizio di controllo del territorio finalizzato al contrasto dei reati in materia di sostanze stupefacenti nelle zone più sensibili della città e nei luoghi maggiormente frequentati dai giovani, analogamente a quanto fatto nelle scorse settimane in cui erano stati identificati e segnalati alla Prefettura alcuni adolescenti per consumo personale di sostanze stupefacenti, nella specie marijuana.

 

Proprio in prossimità del centro storico di Cuneo, la pattuglia del radiomobile era riuscita a notare un soggetto, già conosciuto agli operanti sempre per precedenti legati sempre al mondo della droga, che, alla vista del mezzo militare, assumeva un atteggiamento sospetto cercando di deviare dalla strada che stava percorrendo a piedi.
Data la circostanza, il personale ha deciso quindi di fermarlo e di sottoporlo a perquisizione personale che consentiva di rinvenire, occultati tra gli indumenti che indossava in quel momento, sette grammi di sostanza stupefacente di tipo “marijuana”.
L’atto di polizia giudiziaria, conclusosi con esito positivo, è stato quindi esteso anche all’abitazione di residenza del ragazzo, ove all’interno vi era un vero e proprio laboratorio per la produzione di Marijuana.

 

E’ stata infatti rinvenuta e sequestrata, all’interno di una camera, una serra riscaldata artificialmente con un impianto di illuminazione di ultima generazione e con tre piante di cannabis già in buono stato di maturazione dell’altezza di circa 2 metri. Adagiati sul pavimento dello stesso vano, sono stati poi sequestrati 14 contenitori di vetro contenenti sostanza stupefacente dello stesso tipo già raccolta e conservata per il successivo smercio del peso complessivo di più di un kilogrammo, un grinder professionale di grandi dimensioni per la preparazione delle dosi e una bilancia elettronica per il calcolo del peso delle varie bustine da destinare alla vendita.
Il ragazzo è stato così accompagnato in caserma in stato di arresto e condotto presso la casa circondariale di Cuneo con l’accusa di produzione e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente di tipo “marijuana”.

 

c.s.