Strade, un convegno a Vicoforte per parlare di sicurezza e normativa

0
391

Sicurezza stradale, approfondimenti normativi, evoluzione di strumentazioni e tecnologie al servizio della rilevazione delle infrazioni, sono le tematiche al centro del convegno intitolato “Strade: tornare al codice della strada – Troppi sistemi fai da te” organizzato dal Comune di Mondovì, con il patrocinio di Prefettura, Provincia di Cuneo, Anci Piemonte, Campus di Management ed Economia dell’Università di Torino ed Ordine degli Avvocati.

 

L’appuntamento, in programma a partire dalle 15 di venerdì 1 dicembre, presso il Centro Convegni della Casa Regina Montis Regalis, a Vicoforte, si rivolge agli operatori del settore (magistrati, avvocati, appartenenti alle polizie locali), ai cultori del diritto ed a chiunque vi abbia interesse. E’ finalizzato a mettere a fuoco le istruzioni operative, allegate alla direttiva del Ministero dell’Interno del 21 luglio scorso, relative alle corrette modalità di collocazione ed uso di dispositivi o mezzi tecnici di controllo, per il rilevamento delle violazioni delle norme vigenti in materia di limiti di velocità.

 

Si svolgerà secondo il seguente programma: alla registrazione dei partecipanti (in programma dalle 14,15 alle 15) seguiranno, alle 15, i saluti del sindaco di Mondovì, Paolo Adriano, delle autorità e la presentazione a cura del consigliere comunale Tancredi Bruno di Clarafond.

 

Interverranno, quindi: il Comandante della Polizia Stradale di Cuneo, Franco Fabbri, sul tema “Eccesso di velocità: strumentazione e tecnologie” ed il Capo di gabinetto della Provincia, Pietro Pandiani, su “Le sinergie tra Enti come base per la sicurezza – Il fenomeno dell’incidentalità stradale”. Alle 17, l’avvocato penalista Alessandro Viglione relazionerà su “Omicidio e lesioni stradali, implicazioni pratiche e problematiche applicative delle nuove fattispecie di reato”; “Infrazioni al Codice della Strada: ricorsi prefettizi e giurisdizionali” sarà, infine, l’argomento della relazione a cura del Giudice di Pace Fausto Nasi. Seguiranno, alle 18, interventi e conclusioni. L’evento è accreditato presso l’Ordine degli Avvocati e consentirà ai partecipanti l’acquisizione di tre crediti formativi.