Asti: noto “personal trainer” sottrae al fisco oltre 130 mila euro di compensi

0
391

Le Fiamme Gialle della Tenenza di Nizza Monferrato, nel corso dell’attività di controllo economico del territorio connaturata alle funzioni di polizia economico e finanziaria attribuite alla Guardia di Finanza, hanno individuato un “personal trainer”, molto noto nell’ambito delle palestre e dello sport astigiano, che, pur continuando regolarmente ad esercitare la libera professione in Asti, aveva spostato il proprio domicilio fiscale a Sassari, sua città di origine.

Tale circostanza, apparsa anomala in quanto il professionista ha stabilito la propria famiglia nell’astigiano, ha favorito l’avvio di preliminari approfondimenti sull’attività del contribuente all’esito dei quali sono emerse significative incongruenze reddituali.

In merito, le ricerche compiute presso il domicilio consentivano ai militari di scoprire, minuziosamente nascosta in soffitta, della documentazione extracontabile in cui il “personal trainer” aveva annotato tutti gli appuntamenti e i compensi percepiti.

Dalla successiva ricostruzione reddituale, i Finanzieri hanno constatato che il professionista aveva usufruito illecitamente degli speciali regimi agevolativi previsti per i “piccoli” percettori di redditi da lavoro autonomo in quanto, a fronte di importi irrisori dichiarati al fisco, aveva sottratto a tassazione ricavi superiori a cinque volte quelli dichiarati, per un importo complessivo ammontante a oltre 130 mila euro.

Gli atti della verifica sono stati trasmessi ai competenti uffici dell’Agenzia delle Entrate sassarese