Quasi 14.000 visitatori nei musei di Bra nel 2016

0
373

Quasi 14 mila persone sono entrate complessivamente nei tre musei civici di Bra (Craveri, Traversa e del Giocattolo) nel 2016. Dati in crescita che confermano il successo delle attività proposte nelle tre strutture che costruiscono (insieme agli altri afferenti al Sistema museale urbano), una variegata proposta culturale che spazia dalla storia alla natura, dall’arte all’archeologia con tante iniziative rivolte a bambini e ragazzi.

Nella “staticità” propria delle collezioni, che pure ogni anno crescono grazie a donazioni e integrazioni e si rinnovano nelle esposizioni e negli allestimenti, sono le attività di laboratorio, i workshop, le conferenze, le mostre, i seminari e gli approfondimenti ad avvicinare braidesi e turisti ai musei cittadini. Tra le novità del 2016, ad esempio, per la prima volta in modo sistematico, è stata proposta una rassegna cinematografica nelle sedi museali.

 

Il museo civico di storia, archeologia e arte di Palazzo Traversa nel corso dell’anno ha ospitato esposizioni temporanee (tra cui quella sul tricolore italiano) e conferenze (come quelle dedicate alla cosmesi nell’antichità). Di grande successo i laboratori e le attività per bambini e famiglie. Per le scuole è stato riproposto lo scavo archeologico didattico e workshop sull’arte o gli egizi e sono stati coinvolti anche gli allievi diversamente abili in collaborazione con altri partner del sistema museale. Numerosi i partecipanti anche alle iniziative programmate nei weekend e nelle vacanze scolastiche, estese quest’anno anche al mese di agosto. In autunno è iniziato un corso di ceramica per adulti e nei mesi scorsi il Traversa ha accolto le attività di riordino e inventariazione dei materiali di un recente scavo nel territorio di Pollenzo, compiute dai dagli archeologi responsabili del cantiere.
Bambini e adulti sono entrati al Museo del Giocattolo di via Guala per ammirare le collezioni di balocchi d’antan e per partecipare ai laboratori a tema. Il Museo del Giocattolo è stato protagonista della Notte dei musei con iniziative dedicate e una speciale “visita” serale riproposta anche in occasione di Halloween. Aperture straordinarie ed eventi sono stati programmati anche in occasione delle principali manifestazioni cittadine.

 

Anche lo scorso anno il Museo di storia naturale Ettore e Federico Craveri è stato un punto di riferimento per visite e iniziative dedicate all’ambiente, all’ecologia alla scienza ma anche all’educazione alimentare proposte sia nella sede del museo che fuori (in particolare alla Zizzola nella bella stagione). Il museo, che prosegue l’ampia attività didattica storicamente rivolta alle scuole del territorio, ha organizzato escursioni e visite guidate a mostre ed esposizioni fuori città tra cui quelle in collaborazione con l’associazione Amici dei musei impegnata da anni nella valorizzazione del patrimonio museale cittadino. (ea)