Volley C/M: rinascita Braida! Sotto 0-2, vince al tie break contro Ovada

0
441

Il Braida Volley torna finalmente alla vittoria e lo fa nella seconda giornata del girone di ritorno del campionato di serie C maschile, dopo aver cambiato la direzione della panchina, con Maurizio Barchi che sostituisce Nino Tavella.

 

La Plastipol Ovada, ospite di questo turno, è prima andata avanti di due set, poi ha subito la rimonta di un mai domo Braida.

 

Barchi schiera Osella in cabina di regia, Caula jr opposto, Bergesio e Caula in banda, Ferrera e Mignone al centro e Rabbia libero. Le due squadre iniziano studiandosi e il gioco rimane in equilibrio (10-10). Ovada tenta il sorpasso (14-12), ma Braida blinda il pareggio con due muri (14-14) e infine paga qualche imprecisione di troppo (19-16), arrendendosi agli avversari (25-18).

 

Nel secondo set scende in campo la stessa squadra, anche se la musica cambia: i braidesi cominciano bene (3-0) e tengono Ovada a distanza (10-8) con dei buoni servizi. Gli ospiti ribaltano la situazione e passano a comandare (12-10), ma un ace di Bergesio ristabilisce l’equilibrio (13-13). Sul 15-15 Barchi gioca la carta del doppio cambio: entrano Polizzi e Barbero per Osella e Caula jr. Ovada trova nuovamente il vantaggio (18-15), che diventa più consistente (20-16), ma il Braida non ci sta e a suon di muri e attacchi riapre i giochi (21-21), poi spreca la fatica sbagliando qualcosa di troppo (25-21).

 

Ultima possibilità per cercare di evitare una sconfitta. Nel terzo set il Braida si porta subito avanti, sfruttando qualche imprecisione avversaria (7-5) e un muro di Caula jr sigla il +3. I padroni di casa amministrano il vantaggio, poi pasticciano e lo annullano (17-17). Ovada approfitta del momento di difficoltà braidese e vola sul 21-18 a proprio favore. Cambio in regia, con Polizzi che rileva Osella, ma il Braida sembra non essere più capace di mettere il pallone a terra (23-19). I ragazzi di Barchi dimostrano carattere e ci provano fino alla fine (24-22), riescono ad agganciare il punteggio con un muro sul centro avversario (24-24). Ferrera guadagna la parità con un muro (25-25), Polizzi il vantaggio con un ace (26-25), ma serve il 28-26 per riaprire la partita.

 

Nel quarto parziale torna in campo Osella. Braida inizia male (3-0), ma poi passa a guidare (8-5) e, infine, spreca un po’ del buono fatto fino ad allora (12-11). Bergesio con un ace firma il +3 (14-11), Caula lascia il campo per Barbero. I braidesi difendono bene e concretizzano il cambio palla (18-15) e la strada verso la vittoria è tutta in discesa (25-16).
Il tie break non è mai in discussione: Ovada non riesce a reagire di fronte alla rimonta del Braida (6-2) e si sfalda di fronte al muro ben piazzato dei padroni di casa (10-3). La squadra gioca ormai in scioltezza e porta a casa il set (15-7) e la partita (3-2).

 

Una bella prova di carattere per il Braida, che dopo un girone di andata così così, tenta di rimettersi in pista in quello di ritorno, approfittando anche delle nuove energie che Barchi ha portato in squadra. I due punti e la vittoria premiano il coraggio e la costanza dei braidesi nel non arrendersi, regalando un’iniezione di fiducia nei propri mezzi a tutto il gruppo.

 

Sabato il Braida sarà ospite del Meneghetti, una partita importante anche ai fini della classifica. Appuntamento al complesso sportivo del Lingotto alle ore 20.30

 

Braida volley 3 – 2 Plastipol Ovada (18/25 21/25 28/26 25/16 15/7)

 

c.s.