Tutto pronto per i Campionati Italiani di Nuoto Sincronizzato: “Spettacolo assicurato, come l’anno scorso”| Lo Stadio del Nuoto di Cuneo ospiterà ancora la manifestazione, in programma dal 3 al 5 febbraio

0
326

Meno di un anno fa Cuneo scopriva una grande passione per il nuoto sincronizzato, presenziando con entusiasmo e con numeri importanti ai Campionati Italiani Assoluti.

Era il 18 marzo 2016 e lo Stadio del Nuoto da poco inaugurato veniva “battezzato” nel migliore dei modi, ospitando un evento di grande livello. Ma si sa, l’appetito vien mangiando, ed allora, meno di un anno dopo, ecco che Cuneo è pronta a concedere il bis.

 

Dal 3 al 5 febbraio il meglio del nuoto sincronizzato italiano si sfiderà ancora nello Stadio del Nuoto per l’edizione 2017 dei Campionati Italiani. A tre settimane dall’evento, una conferenza stampa svolta nella Sala Giunta del Comune di Cuneo ha introdotto la manifestazione. “Siamo davvero felici di poter ospitare ancora questi campionati – ha detto Valter Fantino, assessore allo Sport del Comune di Cuneo -. Ed è per noi motivo di grande soddisfazione il fatto che quest’anno siamo stati scelti dalla Federazione Italiana Nuoto, che ha voluto che la manifestazione si svolgesse ancora qui dopo il successo dell’anno passato”.

 

Il presidente del Comitato Regionale FIN Gianluca Albonico ha confermato: “Nella passata edizione si è creata una sintonia fra città e mondo del nuoto sincronizzato solida, molto piacevole ed in parte sorprendente. I cuneesi si sono avvicinati con entusiasmo a questa affascinante disciplina garantendo il tutto esaurito praticamente in ogni parte della manifestazione. Il nostro Comitato Regionale continua lavorare per portare in Piemonte manifestazioni di prestigio. E poi lo Stadio del Nuoto è una struttura bellissima e funzionale”.

 

Presente anche l’assessore regionale allo Sport Giovanni Maria Ferraris: anche lui ha sottolineato la bellezza dell’impianto cuneese, importante anche a livello regionale. Sulla competizione, ha spiegato: “Ci aspettano grandi emozioni che questa specialità sa regalare e che noi vogliamo regalare a tutti”. Giandomenico Genta, presidente della Fondazione Crc, ha parlato dell’importanza dello sport, che “forma cittadini consapevoli e con valori che solo lo sport sa dare. Sappiamo che ci sono delle criticità a livello di infrastrutture per raggiungere Cuneo, ma una cosa è certa: chi viene in questa città e in questa provincia, poi ci torna volentieri”.

 

Dopo l’intervento di Claudia Martin in rappresentanza del Coni (“L’anno scorso è stato bello vedere tra il pubblico tante scuole: i giovani devono conoscere questo sport così bello e affascinante”), c’è stata la possibilità di rivivere le emozioni delle Olimpiadi di Rio attraverso il racconto del commissario tecnico della Nazionale Patrizia Giallombardo: “Abbiamo lavorato molto, sapevamo che sarebbe stato difficile ma siamo riusciti a realizzare i nostri sogni. A Rio dai nostri pori sprizzava la gioia di essere lì, avevamo voglia di dimostrare quanto eravamo forti, quanto eravamo migliorate”.

 

Si comincia con le gare venerdì 3 febbraio, la competizione si concluderà nella mattinata di domenica 5 febbraio, quando ci saranno le finali di squadra e quella del solo. Verranno assegnati quattro titoli: oltre a solo e squadra, elementi obbligati e duo. Saranno ammesse al Campionatro Italiano le atlete della categoria Ragazze e superiori (classe 2004 e più grande). Nella passata edizione lo Stadio del Nuoto accolse circa 250 atlete in rappresentanza di 30 società: una partecipazione simile è attesa anche per quest’anno. Come nel 2016, anche quest’anno l’ingresso sarà gratuito. 

 

Gabriele Destefanis