Chiuso centro massaggi in Mondovì | Cittadina cinese ai domiciliari per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione

0
655

Sabato mattina, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Mondovì, al termine di una specifica attività investigativa coordinata dal Dott.ssa Fiammetta Modica della Procura della Repubblica di Cuneo, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare a carico di una donna 38enne cinese, da tempo residente a Mondovì, che gestiva in centro città un centro estetico.

I fatti per i quali il G.I.P. del Tribunale di Cuneo ha valutato opportuno emettere la misura cautelare personale sono inerenti al periodo compreso fra il gennaio e novembre 2016, arco temporale nel corso del quale dalle indagini è emerso come la donna, ora sottoposta agli arresti domiciliari, favoriva e sfruttava la prostituzione presso il proprio centro massaggi di una sua giovane connazionale che, oltre alle ordinarie cure del corpo e massaggi, in realtà offriva in sovrapprezzo anche prestazioni sessuali ai clienti.

Il giro di affari scoperto ammonta a parecchie migliaia di euro, per il solo periodo oggetto di indagine, cifre incassate direttamente dalla maitresse finita ora ai domiciliari la quale, con particolare professionalità e tranquilla disinvoltura, si occupava della gestione dei massaggi molto particolari che venivano offerti, riscuotendone direttamente i proventi.

Svariate decine i clienti provenienti da ogni parte della provincia, alcuni dei quali presi a campione fra quelli che accedevano al centro estetico, hanno ammesso la peculiare e reale natura dei massaggi ricevuti.
I locali sono stati sottoposti a sequestro preventivo su disposizione dell’A.G.