Da Ceva in America per un anno di studio: 10 storie raccontate in un libro | Il nuovo Appuntamento Azzoaglio sarà il 7 novembre alle 9,30 nel teatro Marenco

0
482

“Ceva-America: una scuola per la vita – Un anno di studio negli Usa, storie di studenti dell’istituto Baruffi di Ceva”. È il titolo del libro, scritto dal giornalista Raffaele Sasso, che raccoglie le esperienze di 10 giovani della scuola cebana.

Dal 2006, gli studenti hanno vissuto un anno di studio in America grazie alla borsa di studio Intercultura finanziata dal Banco Azzoaglio di Ceva. Il volume sarà presentato, nell’ambito di un nuovo “Appuntamento Azzoaglio”, sabato 7 novembre alle 9,30 nel teatro Marenco di Ceva. Oltre all’autore e ai vertici della Banca, saranno presenti i ragazzi protagonisti delle storie raccontate nel libro e i loro genitori.

 

Una raccolta di emozioni forti, vissute dall’altra parte dell’oceano, e riportate a Ceva dai diretti protagonisti stimolati dalle domande del giornalista cebano, Raffaele Sasso. Il libro “Ceva-America: una scuola per la vita – Un anno di studio negli Usa, storie di studenti dell’istituto Baruffi di Ceva” racconta il progetto che, da 10 anni, viene promosso dal Banco Azzoaglio e dalla Fondazione Intercultura. Le 9 storie (la decima è in corso) sono state raccontate, edizione dopo edizione, con immagini e dichiarazioni degli studenti che hanno spiegato come l’esperienza americana nell’ “High School” abbia cambiato la loro vita di oggi. Per un anno sono stati ospiti, grazie al sostegno del Banco Azzoaglio, di una famiglia americana e hanno frequentato scuola, attività sociali e sportive negli Usa. I ragazzi, tutti del “Baruffi” (indirizzi: Ragioneria, Geometra, Scientifico), sono stati selezionati con prove e test dai referenti di Intercultura che hanno anche accompagnato i giovani nei diversi momenti dell’integrazione.

 

“Da tempo investiamo risorse su ragazzi che rappresentano la classe dirigente del domani, con un’attenzione particolare al sostegno d’iniziative che permettono ai giovani di guardare oltre confine – dice Erica Azzoaglio – . Dieci anni fa, abbiamo deciso di dare a uno studente di Ceva, dove ha sede la nostra Banca, questa opportunità. Pensavamo si trattasse di un’iniziativa ‘una tantum’, invece prosegue e sono certa che molti altri ragazzi voleranno in America grazie alla nostra borsa di studio. Dopo questa esperienza, tornano a Ceva e rappresentano un valore aggiunto per tutta la comunità”.

 

“Si tratta di una raccolta di scritti nata da un’idea a lungo vagheggiata e sempre rimandata – spiega Raffaele Sasso -. I testi scritti dai giovani riguardano il periodo di vita americano, trascorso in una famiglia, con un seguito dell’oggi, di come quell’esperienza li abbia aiutati nelle scelte della vita. Con l’aggiunta di un commento dei genitori e moltissime fotografie”.

 

In un centinaio di pagine emergono storie di ragazzi che, dopo un anno in America, hanno fatto esperienze di vita e acquisito una padronanza, fondamentale per il loro futuro, della lingua inglese. Ma hanno anche sentito forte l’orgoglio di essere italiani e i valori del Paese d’origine. Un esempio per tanti adolescenti affinché provino a mettersi in gioco.