Alesso e Raveriks in rappresentanza dell’Aia di Bra al Corso Mentor e Talent Uefa

0
311

Gli arbitri sono additati spesso come “coloro che amano ricevere insulti”, ma in realtà vivono di passione e sacrifici e non dimentichiamo le immense soddisfazioni. Anche quest’anno si è tenuto il raduno di due giorni a Coverciano, dei “Mentor&Talent”, progetto UEFA ormai ben rodato, ma con sempre nuovi protagonisti.

 

Il Piemonte-Valle d’Aosta ha partecipato con 8 talent e 2 Mentor, ma la sezione di Bra con orgoglio era rappresentata dal Mentor Alesso Pier Giorgio e da Lama Roveriks come Talent.

 

“Due giorni incredibili, pieni di emozioni -racconta il giovane Lama- dove ho imparato che per essere grandi arbitri bisogna saper curare sia le piccole che le grandi cose, ma soprattutto la differenza la fa l’umiltà.
Bisogna saper far rispettare le regole incominciando a rispettarle noi stessi per primi, sempre con determinazione e mai con arroganza. Entrare in un “palcoscenico” così importante e avere l’onore di conoscere degli oratori così preparati come Rizzoli, Di Liberatore, Trentalange, Nicchi e tutti gli altri saranno ricordi indelebili nella mia mente. Sono sempre fiero di far parte di questa grande famiglia”.

 

Stesse emozioni e stessi ricordi anche quelli di Alesso che aggiunge: “Nonostante questa sia per me la quarta stagione, l’accompagnare nella crescita questi giovani ragazzi che, come detto anche dal Presidente Nicchi, stanno ancora diventando arbitri, è fonte di immenso piacere. Oltre ai compiti di crescita tecnica e comportamentale, la mia più grande gioia sarebbe quella di riuscire a trasmettere loro domenica dopo domenica la passione che mi contraddistingue da ormai 40 anni in questa famiglia”.

 

La Sezione Aia di Bra aspetta ragazzi e ragazze dai 15 ai 35 anni ai corsi gratuiti che permetteranno di essere arbitri, in Corso Monviso 18, Bra.

Recapiti: 0172-415311- cell. 3347152877 Presidente Marengo 3385083809. Email: bra@aia-figc.it. Sito internet: www.aiabra.it.

 

cs