Asti: la GdF individua un nuovo evasore totale | Si tratta di una società di commercio pneumatici: sottratti all’erario oltre 8 milioni di euro

0
328

La Compagnia della Guardia di Finanza di Asti ha concluso un’attività ispettiva nei confronti di una società astigiana che, dall’anno d’imposta 2012, non ha dichiarato all’Erario alcun reddito d’impresa nonostante operasse attivamente nel settore del commercio dei pneumatici.

 

 

L’imprenditore, al fine di ostacolare eventuali controlli, aveva distrutto tutta la documentazione contabile. Le specifiche professionalità delle Fiamme Gialle, attraverso l’esame delle movimentazioni finanziarie, hanno permesso di ricostruire il volume di affari prodotto dall’azienda e i ricavi sottratti al Fisco, ammontanti a sette milioni di euro circa, in relazione ai quali è stata determinata l’I.V.A. dovuta all’Erario pari a un milione e mezzo di euro.
L’amministratore unico della società è stato deferito all’Autorità Giudiziaria competente per le ipotesi di reato di cui agli articoli 5 (dichiarazione omessa) e 10 (distruzione dei documenti contabili) del D.Lgs. 74/2000 nonché all’art. 216 della Legge Fallimentare (bancarotta fraudolenta).
La Guardia di Finanza prosegue la propria azione di contrasto all’evasione fiscale al fine di accrescere la giustizia sociale e l’equità.