Eccellenza: il sogno serie D biancorosso si ferma a Vinovo, Chisola-Cuneo finisce 2-0

0
558

Il sogno Serie D per il Cuneo si infrange a Vinovo: i biancorossi cadono 2-0 sul campo del Chisola nella secondo turno play-off. Il Cuneo paga i minuti i più nelle gambe, le molteplici assenze e il fattore campo nemico. Tanti infatti i tifosi di casa arrivati allo stadio a supportare la propria squadra con bandiere, fumogeni e tamburo.

Il primo sussulto del match arriva al quando Magnaldi dalla sinistra mette nel mezzo per capitan Dalmasso, il capitano biancorosso ci prova di testa ma la palla esce poco sopra la traversa. All’attacco del Cuneo risponde il Chisola con un filtrante per Sardo, ma Campana anticipa l’ex Saluzzo e fa su al pallone. La partita si dimostra combattuta con le squadre che giocano a viso aperto senza esclusione di colpi.

Alla mezz’ora i padroni di casa ripartono in contropiede: Sardo innesca Perotti, il quale dopo un coast-to-coast serve Rizq al centro, ma il numero 9  biancoazzurro è in fuorigioco. Tre minuti più tardi l’arbitro ferma il gioco per un cool in break, che permette ai giocatori di rinfrescarsi visto il notevole caldo.

Allo scadere del primo tempo Negro dal limite serve Rizq lasciato libero dalla difesa del Cuneo. L’attaccante si trova davanti alla porta sguarnita  e non sbaglia: di sinistro mette in rete il pallone dell’ 1-0.

La ripresa si apre con i tentativi ancora di Rizq e Sardo, ma entrambe le conclusioni si spengono sul fondo. Sardo ci riprova al 56’ ma con un gran tiro, ma Campana mette in mostra tutti i suoi riflessi e nega ai padroni di casa il bis con una parata dai riflessi felini.

Poco dopo l’ora di gioco “Jack” Dalmasso prova a riportare in carreggiata il match  con un potente tiro al volo, ma Marcaccini si oppone e manda in con gran colpo di reni. I ragazzi di mister Magliano si rendono ancora pericolosi pochi minuti dopo: un cross di Magnaldi si trasforma in un tiro pericolosissimo per l’estremo difensore di casa che è costretto a mandare la palla in corner.

Al 72’ la squadra di casa trova il bis con Menon che sfrutta un errore difensivo avversario per prendere il pallone e realizzare il gol che vale il 2-0. Negro prova a il 3-0 ma senza successo e nei minuti finali il Cuneo prova l’assedio ma il risultato è deciso: Chisola-Cuneo 2-0.

Un finale che lascia forse ai ragazzi di mister Magliano, in virtù dell’ottima stagione disputata (in cui si sono anche laureati campioni d’inverno), un po’ di amaro in bocca. Per il Chisola di mister Meloni il prossimo avversario sarà invece il Taggia, nella semifinale interregionale.

CHISOLA – CUNEO  2-0

Reti: 45’ Rizq, 72’ Menon

Ammoniti: Bernardi, Dalmasso G., Germinario, Menon, Botasso

CHISOLA: Marcaccini, Perotti, Dagasso, Grancitelli, Germinario, Cristiano, Belluca, Menon, Rizq, Negro, Sardi. All: Meloni. A disp.: Roscio, Russo, Degrassi, Bagnulo, Viano, Berutti, Zeni, Garcetti, Pesce

CUNEO: Campana, Magnaldi (), Benso (), Peirano (), Bernardi, Marchetti, Dalmasso G., Eliotropio, Lombardo (), Dalmasso A., Botasso. All.: Magliano. A disp.: Bonardi, Pernice, Kone, Ambrogio, Penda, Santini, Armando, Sacco, Gazzera

ARBITRO: Costanzo Cafaro da Bra

ASSISTENTI: Albulen Muca  da Alessandria e Riccardo Vaglio Agnes da Biella