Basket B/M: Alba, il cuore non basta! Livorno passa 95-88

0
172
Foto Filippo Del Monte

La S. Bernardo Alba esce a testa alta dal Modigliani Forum, ma ancora con l’amaro in bocca. Con la squadra più in forma del momento, la Libertas Livorno (ottava vittoria in fila), l’Olimpo Basket tiene il campo alla grandissima con energia e determinazione tanto che a inizio ultima frazione si gioca il possesso per il sorpasso. Non basta, però, per trovare il colpaccio. Intanto le avversarie purtroppo viaggiano.

Serata di gala per i langaroli impegnati sul palcoscenico più bello della categoria, il Modigliani Forum impianto mastodontico da ottomila posti. L’avversaria è la Libertas Livorno, terza in graduatoria ed in forma strepitosa, sette successi di fila e una potenza di fuoco offensiva da far paura.

I piemontesi, però, non tremano ed anzi in un avvio gagliardo volano sul 7-13 con un Danna indiavolato.
Tempo di aggiustare la mira e la Libertas infila le triple del sorpasso: 16-15. Piovono i falli fischiati a danni dei viaggianti, bravi comunque a restare incollati al decimo: 22-22.

Livorno cerca di sfruttare la sua fisicità nel secondo periodo, ma Alba lotta e combatte su ogni possesso: Tarditi in tap-in corregge per il 31-29. I toscani continuano a vivere di rendita a suon di falli conquistati e dalla lunetta (22 tiri a cronometro fermo nei primi 20 minuti) si allontanano sul +5 della pausa lunga: 44-39.

I labronici cercano lo strappo in uscita dagli spogliatoi con Ammanato a fare il vuoto in area e Salvadori a colpire dall’arco: 50-41. I padroni di casa entrano in ritmo e segnano a ogni possesso fino al +11 (57-46). Gli ospiti si riaccendono e Hadzic chiude il contropiede con la schiacciata del 57.53!

Ammannato allora ci riprova ed in un attimo (complice anche la solita pioggia di liberi tirati dai livornesi) è 66-56. Antonietti non ci sta, poi Reggiani arma la mano dai 6,75 m ed i langaroli impattano la frazione sul 30-30: è 74-69 al trentesimo.

Break di 1-5 viaggiante (75-73) e la S. Bernardo recupera palla per il sorpasso. Tuttavia la persa a metà campo regala un comodo lay-up a Forti. Lo stesso Forti è ormai in temperatura ma uno strepitoso Danna trova il -5 sull’82-77. La spallata decisiva arriva di lì a poco con ancora due fischi a portare la Libertas a tirare il cinquecentesimo tiro a cronometro fermo di serata (saranno 42 i tentativi concessi ai ragazzi di coach Garelli): sull’88-79 le speranze piemontesi sono al lumicino.

Ammannato fuga ogni dubbio per il +13 (94-81) che chiude la partita. Alba prova comunque a non uscire dal campo in calando e scocca anche il tiro per il possibile -4 (corto). Finisce comunque 95-88 una grande prova dell’Olimpo Basket.

Purtroppo la prestazione sopra le righe non muove la classifica, cosa che invece fanno Empoli e Firenze ed al momento la S. Bernardo Alba è in zona playout. La solidità offerta contro i toscani deve però essere il faro per le prossime sfide per cambiare la graduatoria. I langaroli hanno dimostrato di poter competere con le prime della classe mettendo in campo l’energia vista a Livorno.

Opus Libertas Livorno 1947 – S.Bernardo Alba 95-88 (22-22, 22-17, 30-30, 21-19)

Opus Libertas Livorno 1947: Marco Ammannato 30 (8/11, 2/5), Leonardo Salvadori 15 (0/2, 4/5), Davide Marchini 13 (1/3, 2/5), Francesco Forti 12 (4/5, 1/4), Luca Toniato 12 (2/3, 1/2), Andrea Casella 8 (2/5, 0/4), Antonello Ricci 4 (1/5, 0/0), Matteo Bonaccorsi 1 (0/0, 0/0), Ivan Onojaife 0 (0/1, 0/0), Damiano Vivone 0 (0/0, 0/0), Michael Del monte 0 (0/0, 0/0), Gianni Mancini 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 29 / 42 – Rimbalzi: 32 10 + 22 (Marco Ammannato 7) – Assist: 17 (Francesco Forti 6)

S.Bernardo Alba: Andrea Danna 19 (7/9, 1/2), Cianci Luigi 12 (4/4, 0/0), Reggiani Francesco 12 (2/4, 2/5), Castellino Nicolò 12 (3/4, 1/3), Damir Hadzic 9 (2/5, 0/3), Mattia Coltro 9 (2/7, 1/3), Emanuele Tarditi 9 (3/3, 1/3), Luca Antonietti 6 (3/4, 0/1), Cravero Francesco 0 (0/0, 0/0), Farina Simone 0 (0/0, 0/0), Eirale Marcello 0 (0/0, 0/0), Filippo Colli 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 18 / 27 – Rimbalzi: 26 7 + 19 (Damir Hadzic, Emanuele Tarditi 5) – Assist: 14 (Andrea Danna 8)

c.s.