Sant’Albano: il Comune mette a disposizione la palestra comunale e la sede della Pro Loco per le vaccinazioni

Sindaco Bozzano: "Non abbiamo ancora ricevuto risposta dall'ASL". Sull'alto numero dei contagi: "Forse la gente non ha ancora capito l'importanza del virus"

0
321

Il Comune di Sant’Albano ha messo a disposizione dell’ASL la palestra comunale e la sede della Pro Loco per poter vaccinare gli ultrasettantenni del paese. “Abbiamo dato la nostra disponibilità all’ASL mettendo a loro disposizione la palestra e la sede della Pro Loco – esordisce così il Sindaco Giorgio Bozzano – Al momento non abbiamo ancora ricevuto una loro risposta, ci devono dire solamente come dobbiamo attrezzare, attraverso le linee guida, i due locali in modo tale da attivarci in tutti i modi e per tempo. La palestra è un luogo grande, mentre la sede della Pro Loco ha sia la parte esterna, che si potrà utilizzare come sala d’attesa, e sia la parte interna, per la somministrazione del vaccino”.

Nei giorni scorsi sempre il Comune ha dato disponibilità agli over 70 di recarsi in municipio per prenotare il vaccino, nel caso non riuscissero: “Ci sono state circa 10/12 persone che hanno usufruito di questo servizio – spiega il Primo Cittadino – Anche se ce ne fosse stato solo uno, saremmo stati ben felici di aiutarlo. Ci sono tre consiglieri disponibili e i cittadini potranno chiamare loro nel caso ne avessero bisogno”.

Intanto la curva dei contagi a Sant’Albano sta rallentando, ma in modo molto lento. Dai 50 casi positivi, si è passati ai 42 di oggi, numero ancora molto alto. “Secondo me è il menefreghismo della gente – dichiara il Sindaco Bozzano – Facendo delle feste in famiglia. Per un paese come il nostro, 42 persone positive sono ancora tante; c’è da contare che in due giorni c’è stato un balzo di ben 14 nuovi casi e forse le persone non hanno capito l’importanza e la pericolosità del virus”, conclude Bozzano.