Confagricoltura Piemonte: Enrico Allasia confermato presidente per il prossimo triennio

Imprenditore agricolo di Cavallermaggiore è anche alla guida di Confagricoltura Cuneo

0
628
confagricoltura
Enrico Allasia, presidente di Confagricoltura Cuneo e di Confagricoltura Piemonte

L’assemblea di Confagricoltura Piemonte che si è riunita oggi (11 dicembre 2020) on-line (è la prima volta nella storia che l’assise degli imprenditori agricoli subalpini si tiene in remoto) ha confermato l’imprenditore agricolo Enrico Allasia, 50 anni e presidente di Confagricoltura Cuneo, alla presidenza dell’organizzazione per il prossimo triennio. Allasia sarà affiancato dal vicepresidente Paolo Dentis di None (Torino), confermato nell’incarico.

Nel suo intervento, di fronte a una cinquantina di delegati, Allasia ha sintetizzato le direttrici sulle quali si muoverà Confagricoltura Piemonte il prossimo triennio. “Dobbiamo essere maggiormente presenti nella società – ha detto Enrico Allasia – per far comprendere ai cittadini il ruolo economico e soprattutto sociale che svolge il settore primario, in termini di sicurezza degli approvvigionamenti alimentari, tutela dell’ambiente e protezione del paesaggio”.

Allasia ha confermato l’impegno dell’organizzazione nel mantenere un rapporto collaborativo e dialettico con il mondo politico e istituzionale. Tra le problematiche ancora irrisolte il problema dei danni da selvatici alle coltivazioni agricole e, sempre più di frequente, anche alle popolazioni e al territorio; la scarsa capacità di spesa della Regione per quanto riguarda l’utilizzo dei fondi europei, la lentezza dei procedimenti tecnici amministrativi, l’eccesso di burocrazia.

A nome dei dirigenti, degli associati, mio e di tutto il personale della Confagricoltura di Cuneo esprimo con orgoglio al presidente Enrico Allasia le più vive congratulazioni e l’augurio di buon lavoro”, ha commentato il direttore provinciale Roberto Abellonio.

Enrico Allasia è anche presidente della sezione Risorse boschive e pioppicoltura di Confagricoltura Piemonte. Perito agrario, sposato, due figlie, è contitolare di “Allasia Plant” di Cavallermaggiore, azienda vivaistico-forestale con impianti produttivi dislocati su più unità operative a livello nazionale, specializzata nei servizi alla filiera delle coltivazioni energetiche, in particolare biomasse ligno-cellulosiche. Allasia è anche consigliere nazionale dell’Associazione pioppicoltori, membro della Commissione nazionale del pioppo e rappresentante di Confagricoltura nel Tavolo nazionale di filiera del tartufo.

cs