Scarnafigi e Cardè pronte per la giornata finale di Terre di Mezzo

0
157

La rassegna Piasì ‘d Coltura ent’le Tere ‘d Mes/Piaceri di Cultura nelle Terre di Mezzo, a cura dell’Associazione Octavia, si appresta a vivere il suo secondo e ultimo fine settimana di iniziative. Oltre alle aperture straordinarie dei vari beni culturali coinvolti dall’evento nei quindici Comuni dell’Associazione, il cui elenco completo è consultabile sul sito www.associazioneoctavia.com, il weekend alle porte si preannuncia di alto profilo culturale in particolare per le iniziative in programma a Scarnafigi e a Cardè.

Domenica 27 settembre alle ore 11 a Scarnafigi presso la Confraternita di Santa Croce verrà inaugurata la mostra di scultura di Siro Viérin L’incanto di Mont Fallère, Guido Diemoz Il cuore pulsante del legno e Donato Savin e la materia prese forma alla presenza dei tre artisti e una visita guidata condurrà alla scoperta della Confraternita e della chiesa parrocchiale; alle ore 11.30 il Professor Giovanni Quaglia, Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Torino, riceverà la cittadinanza onoraria di Scarnafigi. Alle ore 12 ci sarà il taglio del nastro della prima boutique delle eccellenze delle Terre di Mezzo sotto l’ala comunale con aperitivo a base di prodotti tipici dei Comuni di Octavia.

C’è grande curiosità per scoprire la boutique, una costruzione mobile innovativa che dovrà fornire sette giorni su sette non solo degustazioni e vendita di prodotti tipici, ma anche diventare centro informativo per il territorio comunale e per tutta l’area delle Terre di Mezzo. Si tratta di un primo passo per la diffusione del marchio di qualità e d’identità territoriale delle Terre di Mezzo fortemente voluto dall’amministrazione comunale di Scarnafigi e dai quindici Comuni di Octavia e sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Torino e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Saluzzo, senza dimenticare il fondamentale supporto della Regione Piemonte.

Se la protagonista della giornata sarà Scarnafigi, quella della serata sarà Cardè con il suo castello, che alle ore 21 ospiterà il concerto di Antonella Ruggiero con Adriano Sangineto (arpa celtica) e Renzo Ruggieri (fisarmonica); biglietti € 18. Al termine della performance è prevista una degustazione di prodotti tipici delle Terre di Mezzo inclusa nel prezzo del biglietto. La serata è stata confezionata anche per dare slancio al progetto di recupero del castello, sul quale l’amministrazione comunale ha puntato in modo convinto; una parte del ricavato della serata andrà proprio a favore dei lavori di restauro. Il castello di Cardè è candidato ai Luoghi del Cuore 2020 del FAI; per esprimere il proprio supporto alla candidatura è possibile votare su www.fondoambiente.it fino al 15 dicembre 2020.

c.s.