ELEZIONI 2020 – Roaschia, gli obiettivi del candidato Fantino: “Ripopolamento con forti investimenti”

0
178
Silvano Fantino

Nella Valle Gesso, a Roaschia, saranno 4 le liste che concorreranno alle elezioni a Sindaco. Tra queste esiste la lista “Nuovo Futuro per Roaschia”, avente quale candidato Silvano Fantino, nato a Loano il 6 marzo 1964, con origini roaschine DOC, imprenditore edile di professione con interessi nel turismo, energie alternative, montagna. Ex dirigente per un ventennio nella Confartigianato di Savona, attuale Presidente del Comitato Tetto Chiotti.

Perché ha deciso di candidarsi?
Tutti mi chiedono il perché della candidatura; ebbene dopo il diniego del Sindaco uscente a candidarmi nella sua lista ho deciso, insieme ad alcuni amici, di costruirne una io.
La Vallata sta attraversando un periodo di grande crisi economica, turistica e sociale.
La mia candidatura è indirizzata principalmente al ripopolamento del paese con forti investimenti privati e pubblici.

Non ha pensato che, vivendo a Loano, risulti difficile amministrare un Comune in Piemonte?
Assolutamente no, in quanto ho la possibilità di stabilirmi nella mia abitazione a Tetto Chiotti, in modo pressoché stabile.

Da tanti anni si discute della possibile discarica di amianto nelle ex cave di Roaschia.
Il problema dell’amianto a Roaschia è molto sentito: è dal 2017 che si discute della possibilità dell’apertura di una discarica. Personalmente sono contrario nella maniera più assoluta – come peraltro tutti i cittadini di Roaschia – tenendo conto dei rischi che può arrecare alla salute e al devastante impatto ambientale.Manca un atto definitivo per eliminare il sito di Roaschia dalla mappatura, cosa che in questi tre anni non è stato richiesto.

Quali sono i suoi obiettivi per il ripopolamento del paese?
Il paese sta vivendo un continuo spopolamento, l’età media attuale è di circa 70 anni, pertanto il mio primo obbiettivo sarà di portare più persone a vivere stabilmente a Roaschia, incentivando iniziative private, predisponendo un nuovo strumento urbanistico, dando sostegno alle piccole realtà economiche locali, facilitando l’ingresso di contributi europei, poco o niente utilizzati in valle.

Vista l’età media attuale, cosa pensa possa essere utile a queste persone?
Penso di rilanciare le attività sociali, ricreative, dando sviluppo ad un nuovo centro per anziani, presso i locali “Drago Nero”. Intendo finanziare personalmente il centro con la rinuncia al mio stipendio di Sindaco, affinché la struttura possa servire quale assistenza a domicilio, ma anche per organizzare viaggi e serate di intrattenimento.
I buoni spesa, distribuiti dal Comune – che attualmente hanno un valore mensile di euro 10,00 (dieci) – saranno portati ad euro 50,00 (cinquanta).
Alle persone con ISEE inferiore ad euro 8.500 (ottomilacinquecento), saranno corrisposti euro 10,00 (dieci) mensili a persona. I buoni spesa saranno utilizzabili solo nel Comune di Roaschia presso le attività commerciali. I buoni pasto forniti dal Comune ai dipendenti pubblici, inoltre, dovranno essere spesi solamente sul territorio comunale.
Infine ho previsto anche un nuovo riassetto per la pro loco.