Solennità della Beata Vergine dei Fiori: l’arcivescovo Nosiglia questa mattina a Bra (VIDEO e FOTO)

L'attesa processione pomeridiana, per le disposizioni anti Covid-19, è stata annullata e "sostituita" con una solenne veglia mariana delle 16, seguita dalla Messa di chiusura della Solennità (ore 18) officiata da Mons. Piero Delbosco, vescovo di Cuneo e di Fossano

0
742

Bra, questa mattina, ha vissuto il momento culmine della Solennità della Beata Vergine dei Fiori. Un 8 settembre “forzatamente” diverso per l’emergenza sanitaria, ma comunque partecipato e sentito dai fedeli braidesi.

All’omonimo Santuario Mariano (alle 10,30) si è svolta la solenne concelebrazione della Santa Messa, presieduta dall’arcivescovo di Torino Mons. Cesare Nosiglia. Arcivescovo Nosiglia “accolto” da Monsignor Giuseppe Trucco, rettore della Madonna dei Fiori.

Posti contingentati e obbligo di mascherina all’interno del Santuario “grande”, con maxi-schermo e posti a sedere messi (sempre contingentati) a disposizione nel salone seminterrato. Autorità civili e militari presenti alla funzione, il sindaco Gianni Fogliato, le confraternite dei Battuti Bianchi e Neri, le associazioni di volontariato.

8 settembre, giorno di festa patronale all’ombra della Zizzola: nel pruneto, oggi situato dinnanzi al vecchio Santuario, avvenne l’apparizione della Madonna alla giovane Egidia Mathis, che, la sera del 29 dicembre 1336, fu avvicinata da due soldati di ventura con propositi di violenza; lei, non sapendo dove andare e sapendo che lì vicino c’era un pilone dedicato alla Madonna, vi si rifugiò per raccomandarsi alla Vergine. Poco dopo le apparve, mettendo in fuga i due malintenzionati, mentre tutt’intorno fiorivano, nonostante la stagione, i pruni selvatici; gli stessi che da allora fioriscono, tutti gli anni, nel mese di dicembre.

La novena di preparazione, si è “avvalsa” dei predicatori don Carlo Cravero (parroco di Villar San Costanzo e Morra ndr), don Ermis Segatti e don Piero Gallo (entrambi della Diocesi di Torino ndr).

L’attesa processione pomeridiana, per le disposizioni anti Covid-19, è stata annullata e “sostituita” con una solenne veglia mariana delle 16, seguita dalla Messa di chiusura della Solennità (ore 18) officiata da Mons. Piero Delbosco, vescovo di Cuneo e di Fossano.