Test sierologici a campione in Piemonte: l’Asl Cn2 parteciperà con 304 soggetti

0
139

L’ASL CN2 informa i cittadini che è partita ieri un’indagine di SieroPrevalenza dell’infezione da SARS-CoV-2, promossa dal Ministero della Salute e dall’ISTAT, finalizzata a determinare l’estensione dell’infezione nella popolazione, a comprendere meglio caratteristiche epidemiologiche del virus e quali siano i soggetti maggiormente colpiti, e ad individuare quante persone nel nostro Paese abbiano sviluppato una risposta anticorpale al nuovo Covid-19 anche in assenza di sintomi o con sintomi lievi.

Il test sierologico verrà eseguito su un campione di 150 mila persone di tutte le età, scelte in modo casuale, e la Regione Piemonte parteciperà all’indagine con un campione di 8099 persone distribuite fra tutte le ASL del territorio, compresa l’ASL CN2 (che parteciperà con 304 soggetti). I soggetti selezionati saranno contattati al telefono dal personale della Croce Rossa Italiana per verificare la disponibilità all’effettuazione del prelievo del sangue e per fissare il relativo appuntamento presso i Punti Prelievo individuati dalla Regione. Il prelievo potrà essere eseguito anche a domicilio in caso di soggetti fragili o vulnerabili. Al momento dell’effettuazione del prelievo verrà richiesto ai soggetti di sottoscrivere un modulo di consenso informato al trattamento sanitario, che sarà poi conservato presso le Unità di prelievo.

L’ASL, tramite il Medico di Medicina Generale/Pediatra di Libera Scelta, comunicherà l’esito dell’esame a ciascun partecipante residente nel proprio territorio. In caso di diagnosi positiva, cioè qualora venisse rilevata la presenza di anticorpi specifici, l’interessato verrà messo in temporaneo isolamento domiciliare e contattato per l’effettuazione di un tampone naso-faringeo che verifichi l’eventuale stato di contagiosità. In caso di positività al tampone, il soggetto verrà preso in carico come caso confermato e continuerà l’isolamento
in quarantena; in caso contrario non vi sarà necessità di prolungare ulteriormente l’isolamento fiduciario domiciliare.

c.s.