Saluzzo: la classe IC dell’Istituto Denina si aggiudica il primo premio al concorso: “CIAK: differenzia e comPOSTA”

0
76

Creatività, sensibilità ambientale e tanto entusiasmo sono leparole chiave che hanno caratterizzato “Ciak: differenzia e comPOSTA”, il concorso videopromosso dal Consorzio SEA -in collaborazione con le aziende Iren San Germano, Proteo e Egea Ambiente – rivolto alle classi degli istituti superiori del territorio consortile, che dovevano realizzare un video della durata massima di 3 minuti finalizzato alla sensibilizzazione sulla problematica della raccolta differenziata. Viste le limitazioni imposte dall’emergenza Covid 19, la cerimonia di premiazione si è svolta online sulla piattaforma Zoom e ha visto aggiudicarsi il primo premio la classe IC AFM dell’Istituto Carlo Denina di Saluzzo.

Il video realizzato dai ragazzi della IC AFM, intitolato “ProteggiamoCi”, si è meritato il
primo posto per “aver evidenziato gli errori nella raccolta differenziata, coinvolto tanti
ragazzi e aver ambientato il video in città, aumentando la visibilità dell’iniziativa”. Alla
classe va anche un premio di 1500 euro buoni spendibili in materiale o attività a scopo
didattico. Gli altri piazzamenti sul podio sono andati al Liceo Soleri Bertoni di Saluzzo, che
con il loro coro protagonista del video “In coro contro l’indifferenzia” si è meritato il
secondo posto e un buono di 1000 euro. Ideale medaglia di bronzo per la IC
dell’IPC/IPSIA “Silvio Pellico” di Saluzzo, che con il video “Basta Inquinare” si è
aggiudicata un buono da 500 euro. Menzioni speciali per la 1A – “Servizi Commerciali”
dell’Istituto Denina (“per aver realizzato il video interamente in quarantena, senza
muoversi da casa”) e alla IIA TGC dell’IIS Cravetta Marconi di Savigliano (“per aver
utilizzato il fumetto come mezzo comunicativo”.

La IC AFM e la 1A dell’Istituto Carlo Denina di Saluzzo hanno deciso di devolvere il loro
premio all’Ospedale di Saluzzo. A designare i vincitori sono stati gli utenti del sito www.scuole.consorziosea.it, dove i video sono stati pubblicati in una sezione dedicata e potevano essere votati on line, affiancata da una giuria di esperti.

Il Concorso si inserisce all’interno del progetto educativo della Campagna di
Comunicazione che ha coinvolto, oltre alla popolazione, quasi 2000 studenti su tutto il
territorio consortile.

c.s.