Alba: le proposte dei Consiglieri di Minoranza al sindaco per affrontare l’emergenza Coronavirus

0
1030

Caro Sindaco,

in queste settimane più volte le abbiamo manifestato la nostra vicinanza di fronte a questa drammatica emergenza che sta toccando pesantemente il nostro paese e di conseguenza anche la nostra città. Ci siamo rivolti a lei come rappresentante di tutta la comunità albese.

Abbiamo sempre mantenuto un approccio costruttivo e collaborativo e vogliamo continuare su questa strada perché non è certamente il tempo delle polemiche o delle divisioni.

Riteniamo che questo particolare momento debba essere affrontato in modo compatto, ma con la possibilità di apportare ciascuno il proprio contributo per il bene della città. 

In queste settimane di quarantena, dopo consultazioni interne e il confronto con alcuni nostri concittadini, abbiamo elaborato alcune idee che possono essere attuate dall’amministrazione.

Abbiamo notato con piacere che alcune iniziative, anche da noi suggerite, sono state prese in considerazione: la consegna a domicilio dei beni di prima necessità alle persone anziane e ai disabili senza un supporto familiare, la pubblicazione dell’elenco delle attività commerciali che effettuano consegne a domicilio, i parcheggi blu gratis, la corsia preferenziale ai supermercati per il personale medico, sanitario e i volontari di protezione civile e l’accordo di sostegno al territorio con Banca d’Alba.

Pensiamo, però, che la città abbia bisogno di risposte ancora più concrete per fronteggiare questa situazione e, anche se alcune proposte le sono già arrivate nei giorni scorsi, in attesa di risposte, vogliamo ribadirne alcune e suggerirne altre che riteniamo estremamente importanti per i nostri concittadini.

ATTIVAZIONE PIATTAFORMA PER REGOLARE SVOLGIMENTO DEI LAVORI DEL CONSIGLIO COMUNALE

Come previsto dal DL CuraItalia, chiediamo l’attivazione immediata della piattaforma informatica per poter svolgere le riunioni di Commissione e del Consiglio. Aprile è un mese importante per le scadenze amministrative e dobbiamo essere pronti a lavorare in sicurezza. 

FONDO SOLIDARIETA’ COMUNALE ANTICOVID19

Istituire un fondo per evadere necessità che si stanno riscontrando in questi giorni con risorse comunali attingendo dalle risorse stanziate per le manifestazioni comunali annullate o l’utilizzo dell’avanzo di amministrazione (entro aprile verrà accertato) per il finanziamento di spese correnti straordinarie in campo sociale per far fronte all’emergenza.

ASILO NIDO COMUNALE, ABBONAMENTI MENSA, ISTITUTO CIVICO MUSICALE  E TRASPORTO SCOLASTICO

Sospendere il pagamento delle rette dell’Asilo Nido a partire da quella del mese di marzo (le famiglie devono pagarla entro il 15 di aprile) fino alla ripresa del servizio.

Da considerare anche la situazione delle famiglie che hanno pagato a inizio anno scolastico l’intera quota per la mensa (abbonamento) oppure la quota per i corsi dell’Istituto Civico Musicale. Proponiamo di attivare un parziale rimborso relativo alla quota versata e non utilizzata.

Il trasporto scolastico è, inoltre, sospeso e sarebbe opportuno prevedere il parziale rimborso di chi ha sostenuto il costo annuale dell’abbonamento correlato al mancato utilizzo del servizio o ipotizzare, ove possibile, uno slittamento della scadenza.

TARI, COSAP, IMPOSTA PUBBLICITA’

Allo stato attuale, prevedere almeno il posticipo dei termini e delle scadenze dei tributi comunali. Nel frattempo si possono esaminare ulteriori interventi come l’ampliamento del Fondo Restituzione Tari per le famiglie e le attività commerciali e produttive in forte difficoltà.

MERCATI ALIMENTARI CITTADINI

A partire da martedì 7 prevedere la riattivazione dei mercati alimentari cittadini. Come hanno fatto in altre città con ottimi risultati, se adeguatamente organizzati e presidiati, anche con l’ausilio della Protezione Civile, come previsto dalla recente ordinanza del Presidente della Regione, essi si possono svolgere in sicurezza. I mercati sono fondamentali da un punto di vista sociale perché hanno dei prezzi più contenuti, consentono di alleggerire il flusso davanti ai supermercati e sono prossimali alle abitazioni degli albesi.

ATTIVAZIONE DI UN NUMERO PER IL SOSTEGNO PSICOLOGICO

Attraverso il coinvolgimento di psicologi della zona, che gratuitamente offrirebbero la loro disponibilità, si richiede l’attivazione da parte del comune di un numero verde telefonico, in collaborazione col Consorzio Socio Assistenziale e al Cnop nazionale, di sostegno psicologico per le persone sole e in difficoltà. Questa attività si può estendere anche alle vittime di violenza domestica come previsto dalla recente circolare emanata il 27 marzo attivando la Rete Antiviolenza Territoriale.

CENSIMENTO IMPRESE 

Chiediamo al Sindaco di farsi promotore presso i sindaci del territorio di un censimento delle attività produttive industriali o commerciali ancora operative e dei lavoratori da esse impiegati. Se, come temiamo, i numeri fossero eccessivi, sarà necessario fare appello al senso civico e sociale dei nostri imprenditori, sollecitandoli affinchè mantengano attive esclusivamente le linee di produzione e le quantità di prodotti strettamente necessarie in questo momento, onde limitare quanto più possibile il numero dei lavoratori coinvolti. 

SOSTEGNO AGLI AFFITTI

Molte famiglie non possono più contare sulla fonte di reddito che consentiva loro di far fronte alle varie spese. Alcune adempienze sono state prorogate, gli sfratti sono stati sospesi, ma il pagamento degli affitti rimane sempre incombente. Il Comune deve esprimere la sua concreta vicinanza a chi è più in difficoltà, attraverso l’aiuto nella rinegoziazione con i locatari dei canoni scaduti e in scadenza nei prossimi mesi.

La ringraziamo per il tempo che ha dedicato alla lettura delle nostre proposte e confidiamo che possano essere prese in considerazione nei prossimi giorni.

Visto il protrarsi dell’emergenza, tutti i gruppi di minoranza sono disponibili a collaborare con la sua amministrazione nell’interesse esclusivo della città. Servono misure urgenti in questa fase, ma soprattutto bisogna iniziare ad immaginare la ripartenza della nostra città e del nostro territorio.

Sappiamo che, molto probabilmente, è in itinere la convocazione di una Capigruppo per organizzare i lavori del mese di Aprile. Le chiediamo, pertanto, un confronto urgente in una CAPIGRUPPO, che auspichiamo venga convocata il prima possibile, per fare il punto della situazione e un aggiornamento sull’andamento epidemiologico in città.

Successivamente, con il consenso della Capigruppo, di istituire un TAVOLO di LAVORO permanente (che si possa riunire con i sistemi tecnologici) con realtà cittadine indicate dall’Amministrazione che possa gestire e programmare gli interventi necessari in questo momento e per il prossimo futuro in modo unitario.

Siamo certi che con questo spirito unitario, così come è avvenuto anche in altre circostanze nella vita politica amministrativa della nostra città, anche Alba uscirà vincitrice da questa battaglia contro il nemico invisibile e saremo tutti ancora una volta più forti. Diamo noi per primi il buon esempio!

In attesa di un confronto,

Cordiali saluti                                                                              

AnnaChiara Cavallotto

Olindo Cervella

Elena Di Liddo

Alberto Gatto

Mario Marano

Ester Marello

Rosanna Martini

Claudio Tibaldi

Fabio Tripaldi