Giorno della Memoria: iniziative e celebrazioni in tutta la Granda

0
320

“La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, ‘’Giorno della Memoria’’, al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati”.

Sono passati 20 anni dalla promulgazione della legge 211, che indica le finalità della commemorazione. Nella Granda saranno molte le iniziative dedicate al ricordo e alla riflessione sui fatti.

A Cuneo il Centro culturale Don Benevelli programma al cinema Lanteri due film per le scuole “Il sacchetto di biglie” il 22 gennaio e “Anne Frank, vite parallele” il 23 gennaio che saranno riproposti alla sera per tutti. Il 27 gennaio, all’auditorium Foro boario “Brundibar, opera di un giovane musicista morto nella città-ghetto di Terezin” su iniziativa del Liceo artistico-musicale “Bianchi”, Comune, Anpi e altre realtà cittadine.

A Borgo San Dalmazzo domenica 26 gennaio Marcia dei lumini che ricorda la deportazione di 349 ebrei dalla stazione ferroviaria, destinazione Auschwitz. In programma anche la rappresentazione “Yossl Rakover si rivolge a Dio” di Kolitz, monologo letto da Luca Occelli giovedì 23 gennaio alle 21 nella sala del Civico istituto Musicale. In biblioteca Anna Frank è visitabile la mostra fotografica “Campioni nella memoria. Storia di atleti deportati nei campi di concentramento” allestita dall’Unione nazionale veterani dello sport.

A Mondovì, dopo lo spettacolo di Simone Cristicchi “Esodo. Racconto per voce, parole e immagini dell’esodo istriano” che si è svolto il 21 gennaio nell’ambito della stagione teatrale, ci sarà una celebrazione lunedì 27 gennaio con la visita al cimitero urbano e la posa di pietre d’inciampo di due deportati nei campi di Flossemburg e Fossoli.

A Saluzzo, sabato 25 gennaio alle 21, al Teatro Magda Olivero, va in scena “Oltre la striscia” interpretata dalla Compagnia “Corte dei folli” di Fossano sul dialogo tra un soldato israeliano e un   medico palestinese durante il conflitto sulla striscia di Gaza. Sempre a Saluzzo, all’Archivio Storico in Castiglia, venerdì pomeriggio, alle 6,30, visita tematica sulle persecuzioni ebraiche e presentazione del libro “Il treno della memoria” di Antonio Rinaldis. Sono previste anche cerimonie nella sinagoga di Saluzzo e al cimitero israelitico.

A Fossano la Compagnia “Corte dei Folli” prosegue la rassegna “La storia ci salverà” (ore 21 al teatro I portici) dedicate a cinema e letteratura. Giovedì 23 gennaio proiezione del film “Concorrenza sleale” e mercoledì 29 gennaio incontro alle 21 con Carlo Greppi, storico, autore, conduttore, collabora con Rai Storia. Nella stessa giornata incontro alle 9 con studenti al Liceo Ancina e incontro con l’autore alle 18 alla libreria Le Nuvole.

Ad Alba sabato 25 gennaio alle 16.15 cerimonia in ricordo dei caduti nei campi di sterminio e domenica 26 gennaio messe in suffragio delle vittime dei campi di sterminio, delle persecuzioni razziali e di tutti i Giusti con altre cerimonie. Lunedì 27 gennaio ore 9.30 proiezione del video “Elia Somenzi, una vita per la libertà” e alle 10.30 Sala Ordet “L’offesa alla dignità della persona”,  incontro con gli studenti dell’IIS Luigi Einaudi di Alba. Alle 11 apertura della mostra “Lager: storia delle persecuzioni razziali dal 1938 al 1945” a cura dell’Associazione padre Girotti.

A Bra doppio appuntamento in programma domenica 26 gennaio: alle 18 partirà da piazza Caduti una fiaccolata in memoria delle vittime della Shoah e alle 19,30, al cinema Impero, proiezione gratuita del documentario “A German life”, pellicola dedicata alla vita di Brunhilde Pomsel, segretaria e stenografa di Joseph  Goebbels,  ministro della Propaganda nel regime  nazista, morta il 27 gennaio 2017 a 106 anni.

Savigliano. Sabato 25 gennaio ore 11 in frazione Tetti Roccia inaugurazione piazza dedicata a Maddalena Giraudi in Casale, “Giusta tra le nazioni” e alle 16 al Museo Civico conferenza di D. Bernagozzi “La scuola fascista: un totalitarismo sfumato?” Sarà poi inaugurata la mostra “Mezzo secolo di scuola a Savigliano. La trasmissione del sapere dal ventennio fascista al boom Lunedì 27 gennaio alle 21ex Chiesa S. Agostino proiezione film “I bambini di rue Saint-Maur 209” introdotto da Gigi Garelli, direttore Istituto Storico Resistenza di Cuneo.

Altre celebrazioni e iniziative sono previste a Beinette, Centallo, Ceva, Chiusa di Pesio, Dronero e Verzuolo. L’elenco completo sul sito dell’Istituto Storico della Resistenza di Cuneo al link: http://www.istitutoresistenzacuneo.it/.

c.s.