Eccellenza B – Asti-Castellazzo Bda finisce a schiaffi ed insulti, qual è la verità?

Il presidente degli astigiani Ignazio Colonna: "Noi cornuti e mazziati!"

0
2411
Il presidente dell'Asti Ignazio Colonna

Schiaffi, insulti, minacce ed uno strano scambio di cattive parole tra pubblico e giocatori già durante la gara.

Questa è stata, secondo la ricostruzione di chi era presente, la partita di ieri tra Asti e Castellazzo Bormida, valida per il girone B di Eccellenza. Mentre sul campo gli ospiti passavano 2-1 grazie a Mocerino e Piana, ribaltando il vantaggio astigiano di Lewandowski, fuori succedeva di tutto.

Ad inasprire gli animi una condizione di classifica che non rispecchia le ambizioni di inizio stagione dei padroni di casa, oggi fermi a sette punti dopo sei giornate. Secondo quanto raccontato da alcuni testimoni, gli iniziali battibecchi tra il pubblico si sarebbero trasformati in vere e proprie mini-risse, con schiaffi e “prese” minacciose, alimentate dai toni accesi con i quali i giocatori di casa si rivolgevano ai tifosi ospiti.

Un quadro apocalittico, che potrebbe avere severe ripercussioni da parte del giudice sportivo in settimana, anche se l’Asti, per bocca del presidente Ignazio Colonna, che non usa mezzi termini: “Un circo! L’assurdità è che i nostri giocatori, oltre ad essere stati penalizzati dalla direzione di gara, ora passano pure per “cornuti”, perchè accusati di aver rivolto minacce all’arbitro. Ma di cosa stiamo parlando! Il direttore di gara ha preso decisioni che hanno evidentemente favorito il Castellazzo Bormida con un gol di fatto regalato ed un altro viziato da fallo ad inizio azione. E noi saremmo quelli scorretti? Non solo: il loro allenatore, espulso, si è diretto verso gli spogliatoi passando sotto i nostri tifosi ed incitando i suoi giocatori a fingere infortuni per poter vincere la gara. Assurdo!”.

Saranno giorni intensi: il campionato è entrato nel vivo anche con il solito (amaro) carico di polemiche.