Serie D: un Bra eroico imbriglia l’ex capolista Prato, ritrovando sorrisi e 3 punti

A decidere la contesa, la freddezza dagli undici metri di Francesco Casolla: bravo a guadagnarsi il penalty al 39' e a realizzarlo, con le conseguenti espulsioni di Giampà e Tomi per rossi diretti

0
336
Francesco Casolla, sul dischetto, in Bra-Prato

Bra eroico, di sostanza, di personalità o forse, quello visto ieri pomeriggio all’Attilio Bravi, è il vero Bra.

Dopo sette risultati negativi, la squadra giallorossa del presidente Giacomo Germanetti ha centrato la prima vittoria stagionale (1-0) ai danni dell’ex capolista Prato. “La partita perfetta” per i ragazzi di mister Fabrizio Daidola, che hanno ben imbrigliato e domato i blasonati toscani (tra cui spiccavano nomi altisonanti, come gli ex professionisti Cellini, Surraco, Fanucchi e Fofana ndr). A decidere la contesa, la freddezza dagli undici metri di Francesco Casolla: bravo a guadagnarsi il penalty al 39′ e a realizzarlo, con le conseguenti espulsioni di Giampà e Tomi per rossi diretti. Provincia di Cuneo indigesta per i lanieri: il 1° settembre finì 3-2 per il Fossano.

Il primo squillo arriva al 5′: reattivo Bonofiglio che, di piede, respinge il rasoterra di Mariani, poi Kouassi spara alto il tap-in; al 21′ Casolla illumina D’Antoni, controllo e conclusione che colpisce Bagheria e poi lo stesso numero 9 braidese; passa 1′ e Bonofiglio è bravo in parata bassa su Cellini e poi ad anticipare Surraco che commette fallo in attacco.

Alla mezz’ora punizione dalla destra di Capellupo, colpo di testa di capitan Rossi sul secondo palo e Bagheria smanaccia in angolo.

La ripresa si apre con un’azione personale di Kouassi, destro dal limite e pallone che sibila lo specchio della porta. I padroni di casa, però, prendono campo, con i toscani che vanno in difficoltà: al 28′ punizione dall’out destro di Capellupo, Bagheria in uscita “toglie” la palla dalla testa di Tos.

Al 39′ l’episodio chiave: Giampà stende Casolla in area, rosso diretto e calcio di rigore. Lo stesso Casolla insacca. Prato che, dopo una manciata di secondi, resta addirittura in 9: 40′: arriva infatti il rosso diretto a Tomi proteste. I giallorossi tengono così fino alla fine e riaccendono il proprio campionato con 3 punti pesantissimi e meritati, per quello che ha detto il campo. Domenica prossima, il Bra sarà impegnato a Vado Ligure con il Savona.

Bra: Bonofiglio, Olivero, Ciccone, Rossi, Tos, D’Antoni (41′ st Armato), Tettamanti (47′ st Ghidinelli), Brancato, Capellupo, Casolla, Bosio.
A disp: Pietropaolo Novallet, Cuoco, Petracca, Sarr, Cucchi, Vergnano.
Allenatore: Fabrizio Daidola.

Prato: Bagheria, Gentili, Tomi, Gargiulo (40′ st Diarrassouba), Giampà, Bassano (38′ pt Ghini), Regoli, Mariani (38′ pt Diana), Cellini (9′ st Fofana), Kouassi, Surraco (38′ pt Fanucchi).
A disp: Piretro, Cecchi, Sciannamè, Carli.
Allenatore: Vincenzo Esposito.

Arbitro: Leotta di Acireale (assistenti: Callovi di San Donà di Piave e Fiorese di Bassano del Grappa).

Marcatore: 39′ st Casolla (B) su rigore.

Note: pomeriggio fresco e nuvoloso, terreno in buone condizioni, circa 300 spettatori; ammoniti Brancato, Tos, Bonofiglio, il vice-allenatore Moretti, Rossi (B), Gargiulo, Kouassi (P). Espulsi Giampà e Tomi (P), entrambi per rosso diretto.