Gruppo Micologico Cebano e Comune di Ceva al lavoro per organizzare la Mostra Nazionale del Fungo

0
305

Il Gruppo Micologico Cebano e il Comune di Ceva sono al lavoro per organizzare la 58° Mostra nazionale del Fungo, che si svolgerà a CEVA (Cuneo) sabato 14, domenica 15, sabato 21 e domenica 22 settembre. Si tratta di una delle rassegne micologiche più importanti a livello nazionale ed europeo, dal punto di vista scientifico.

Ogni anno vengono esposte centinaia di specie di esemplari freschi, classificati dai più quotati studiosi del settore, italiani e stranieri. Micologici che hanno nell’evento cebano un appuntamento irrinunciabile di confronto e scambio scientifico.

Il Comune di Ceva, assessorato alle Manifestazioni guidato da Nadia Carena, propone nuovamente il concorso per eleggere Miss Fungo. Si svolgerà venerdì 13 settembre, alle 21, in piazza Vittorio Emanuele II, organizzato da Botteghe Cebane. L’iniziativa, che torna dopo una pausa di alcuni anni, è aperta alle ragazze dai 16 ai 30 anni.

Per le iscrizioni e il regolamento è possibile rivolgersi ai negozi Ele Shu e La Matita, sotto i portici di via Marenco, a Ceva. C’è tempo fino al 6 settembre. La locandina (allegata) dell’evento riprende quella tradizionale della Mostra del Fungo, realizzata dal grafico e socio del Gruppo Micologico Cebano, Maurizio Galliano.

Il Gruppo Micologico Cebano “Rebaudengo-Peyronel”, che organizza la 58° Mostra del Fungo insieme al Comune, è al lavoro in questi giorni nei boschi, per raccogliere – approfittando del buon momento di crescita – gli esemplari particolari da sottoporre al procedimento di liofilizzazione, per poterli esporre in Mostra, che sarà esattamente fra un mese. Nella sede del Gruppo i soci cercatori hanno portato anche alcune rarità trovate nei boschi dalla Valle Mongia a Monesi, da Garessio al Monregalese.

Sta prendendo forma anche la grande serata di gastronomia e micologia, che s’intrecciano grazie alla collaborazione fra Comune, Gruppo Micologico e gli chef Paolo Pavarino e Andrea Bertolino. Sarà mercoledì 18 settembre, non più in biblioteca, ma in piazza Vittorio Emanuele II. Il Comune sta componendo la “giuria di qualità”, per scegliere la ricetta nella sfida tra le due grandi firme della cucina piemontese sul territorio, opportunamente “punzecchiati” dal micologo del Gruppo, Aldo Viora.

Intanto il Gruppo Micologico ha approvato la scelta di due nuovi soci, per la collaborazione mai venuta meno: sono lo chef Paolo Pavarino e il “cercatore” Orazio Facelli.
Procede anche l’allestimento del “bosco didattico” da parte dei soci del Gruppo Micologico, al lavoro per classificare gli alberi e le specie di funghi che vi nascono in simbiosi, registrando anche le date di precipitazioni e irrigazione, il tipo di funghi nati e il tempo impiegato per la nascita.